Analisi Settimanale FTSE MIB Borsa Italiana


Il 2016 è partito davvero male per i mercati Internazionali e per il nostro Indice infatti nella seconda settimana di Gennaio la Borsa Italiana perde il -3,39% portando il segno meno da inizio anno già a due cifre con un -10,3%.

Le motivazioni sono la nuova caduta del petrolio sotto i trenta dollari al barile e i rallentamenti della crescita globale in particolare nei paesi emergenti non ultimo il nuovo scandalo del settore auto sulle emissioni che sembra aver toccato anche Renault. Sul tema petrolio penso che sia possibile un ritracciamento anche sino ai 20$ ma il mio pensiero è già stato scritto in questo post.

Fa sicuramente impressione vedere a sole due settimane dall’inizio dell’anno come molti titolo abbiano già accumulato perdite significative come MPS a -27% o Exor a -24% o Fiat a -22%.

Graficamente il FTSE MIB è tornato sui livelli di Gennaio 2014 in area 19000 punti e chi ha seguito le indicazioni del post di settimana scorsa avrà ottenuto qualche soddisfazione.
Il trend di breve rimane ribassista ma dopo le due pesanti candele “orso” una pausa di consolidamento potrebbe starci in particolare grazie a tre punti, l’RSI ormai in ipervenduto, i valori in appoggio alla media mobile a 200gg e il supporto importante dei 19000 punti.

Mi aspetto quindi un rallentamento della attuale discesa e un consolidamento in area 19000/20000 punti. Rimangono però dei fattori macro economici importanti, volatili e soprattutto in preda alle speculazioni quindi non esiste nessuna analisi razionale al mondo che è in grado di interpretare le fasi irrazionali di panic selling che ciclicamente la Borsa vive.

191
Con estrema attenzione e rigido stop si potrebbe pensare ad un BUY in area 19000 con stop a 18750 e take profit a 19850, viceversa al ribasso la perdita dei 18500 farebbe velocemente tornare i valori del FTSE MIB in area 17800 punti quindi SHORT a 18500 con stop a 18810 e take profit a 17850.

Buona settimana e buon trading.

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *