Articolo scritto il 1/6 per Reporter


 Gli indici di borsa non ne vogliono proprio sapere di scendere.
 Ingranano la retromarcia per qualche punticino ma poi risalgono subito con forza.
 Sto sempre cercando di capire se la mia analisi è completamente sbagliata (e da cambiare) oppure se è soltanto un po’ (troppo) in anticipo.
 Al momento  mi sembra che lo scenario ribassista abbia ancora tutte le carte in regola per concretizzarsi.
 SP500, Nasdaq, Dax, Cac, il nuovo FTSE/Mib stanno tutti testando importanti resistenze in una situazione tecnica di forte ipercomprato.
 La bocca dello squalo (shark jaw) e cioè la differenza tra i tassi d’interesse e l’SP500 illustrata nei numeri scorsi si è allargata ancora.
 Non è un segnale favorevole per le azioni così come il periodo ciclico. In questi giorni risuona il detto: “sell in May and go away” a cui ho sempre dato poco affidamento. E mi sono sempre pentito.
 Rimangono validi i livelli di 875 per l’SP500 e 1.650 per il Nasdaq: se le quotazioni scenderanno sotto questi minimi la fase bearish dovrebbe riprendere il sopravvento e trainare con se anche le piazze europee.
 Il Dollaro è sceso più di quanto mi sarei aspettato e rimane a cavallo di 1,4.
 La mia strategia rimane favorevole al biglietto verde e sto aspettando la formazione di un pattern ribassista sul cross Eur/Usd. Potrebbe essere, per esempio, la discesa sotto 1,38.
 Stesso discorso per il cambio tra Eur/Yen: non credo che la resistenza=136 sarà superata facilmente
 e ritengo si tratti di un’area di vendita.
 Il Bund è sceso sotto 120: mi aspettavo una discesa più marcata e invece le quotazioni hanno tenuto più di quanto mi sarei aspettato.
 Il T-Bond è franato fino a 115: nella peggiore delle ipotesi dovrebbe scivolare fino a 113.
 Se dovesse rompere anche quest’ultima linea del piave chissà che cosa potrebbe succedere (tassi reali al 4% era da un pezzo che non si vedevano!).
 Le materie prime recuperano in maniera generalizzata: il Petrolio è tornato a 65$ mentre l’Oro è quello che si muove più lentamente e si è solo avvicinato ai 1.000$ per oncia.
 Per comprare siamo un po’ in ritardo; meglio aspettare un ritracciamento.
 I politici tedeschi hanno preferito cedere Opel agli austro-canadesi-russi di Magma.
 Se leggi tutti i quotidiani italiani si tratta di una disfatta della Fiat.
 Non so: io non ho i dati (e se li avessi non sarei neanche capace di interpretarli!) ma mi sa che il gruppo piemontese  ha evitato una bella trappola.
 Non dimentichiamoci che Opel avrebbe dovuto portare i libri in tribunale; può darsi che insieme avrebbero costruito 6milioni di veicoli all’anno ma se la gente poi non te li compra!
 Dal punto di vista strettamente tecnico nessuna novità: abbiamo il solito triplo massimo=8,2€ che ci guarda dall’alto verso il basso!
 Il segnale ribassista su Fiat si concretizzerà sotto 7,1€.
 Con la discesa sotto 6,7€, invece, è iniziata la fase correttiva di Pirelli Real Estate: se scenderà fino
 a 4,5€ potrebbe diventare un’ottima opportunità d’acquisto! Avremo tempo per riparlarne.
 Attenzione al possibile top in formazione su Unipol: l’eventuale discesa sotto 0,9€ farà scattare il segnale ribassista.
 La coppia Buzzi e Italcementi, invece, sembra proprio aver svoltato verso il basso: ritengo che le vedremo ancora più giù.
 Farei attenzione al Banco Popolare: dopo essere triplicato rispetto al minimo storico, i corsi si stanno muovendo disegnando una figura a forma di triangolo.
 L’eventuale discesa sotto 5,75€ potrebbe dare il via ad uno scivolone che sarebbe assolutamente fisiologico e ci permetterebbe di ricomprarlo a condizioni decisamente meno “tirate” rispetto alle attuali.
 Ansaldo Sts rimane incollata in un range ristretto: l’aspetto sempre attorno a 10,5€ per cercare un nuovo punto d’ingresso.
 L’eventuale discesa sotto 11,7€ potrebbe far scattare un segnale ribassista degno di essere sfruttato vendendo allo scoperto.
 Sul grafico giornaliero di Autogrill si sta completando l’1,2,3 High di Ross: il segnale ribassista scatterà sotto 6,4€ (punto 2, da manuale) con un primo obiettivo attorno a 5,8€.

One is the KGOY Kids Growing Older Younger syndrome
Isabel marant sale The Trendy Stylish Summer Sandals

Fashion Critic was on the watch for the nights stylish set
burberry outlet onlineWhy Do Fashion Agencies Like Ugly African Models
woolrich parka

1 Commento Articolo scritto il 1/6 per Reporter

Commenti chiusi