Articolo scritto il 5/10 per Reporter


La correzione tanto attesa, molto probabilmente, è già partita.
Sul nostro Ftse/Mib40 abbiamo un mix ribassista di breve tra il doppio massimo=23.700 e la discesa sotto 22.700: l’obiettivo di questo pattern è l’area di supporto tra 20.800 e 21.500.
Al momento, però, non è ancora lecito sapere se si tratta soltanto di un ritracciamento (assolutamente fisiologico) oppure di qualcosa di più grave.
L’impostazione tecnica degli indici esteri (sia europei che americani) è sostanzialmente identica.
I target delle altre borse: Cac40 (3.400/3.500), Dax (5.150/5.250), Dow Jones (9.100/9.200),
Nasdaq Comp (1.950), SP500 (980/990).
Il Bund tedesco e il collega americano T-Bond fanno un altro passo in avanti: il primo si avvicina
alla resistenza 123 mentre il secondo supera il relativo scoglio di di 120.
In entrambi i casi, però, non vedo grosse opportunità rialziste nei prossimi giorni.
Poche novità anche sulle valute.
Lo Yen si rafforza fino a 130 ma potrebbe arrivare anche a 128.
Il cross Eur/Usd, invece, rimane sempre in un’area di forte resistenza.
Rimango dell’idea che bisogna solo aspettare il momento buono per comprare Dollari.
Pazienza.
L’Oro è tornato subito sopra 1.000$ dopo che il supporto di breve a 985$ l’ha ricacciato in alto.
Direi di riprovare a montare subito in groppa se i corsi supereranno i 1.010$.
Si compra nella speranza che il metallo giallo riesca a superare i massimi storici ed entri in territorio inesplorato altrimenti il rischio è di pochi punti percentuali: si vende (in leggera perdita) se dovesse tornare sotto 985$.
E’ possibile che si crei una situazione di tira e molla (entrate ed uscite ravvicinate di pochi punti)
ma non vedo un’altra strategia migliore da proporre.
E veniamo alle singole azioni.
Ogni giorno escono notizie sempre migliori su Unicredit.
Ed è questo il motivo che mi porta a pensare che il titolo potrebbe essere in fase di distribuzione
tra i massimi di 2,7€ e i minimi di 2,45€.
Non è ancora il momento buono ma quando i corsi scenderanno sotto l’ultimo minimo relativo potrebbe iniziare una discesa che ci farà rientrare a condizioni molto migliori.
Le quotazioni di Ubi Banca si stanno muovendo in uno stretto trading range: dovessero scendere
sotto 9,9€ il rischio è di rivederle velocemente verso 9€.
La discesa di Prysmian è lentissima e potrebbe esaurirsi a cavallo di 12€ (o poco sotto).
Ho analizzato spesso il pattern ribassista su Intesa S. Paolo: venerdì è scesa sotto 2,9€.
E’ il momento della verità: dovrebbe accelerare al ribasso.
Occhio al doppio massimo=14,5€ su Fondiaria Sai: si completerà sotto 13,5€.
Fiat è salita a bestia sopra 9€ dopo la pubblicazione di un report di Morgan Stanley che la vede
a 16,8€ (oppure addirittura fino a 33€ se le cose con Daimler andranno nel modo migliore).
Continuo a sostenere che è soltanto spazzatura: la stessa banca, infatti, all’inizio dell’anno scriveva
che la holding di Corso Marconi aveva un valore di 1,9€.
Abbiamo visto com’è andata a finire.
Attenzione: non è che sono scarsi i suoi analisti, anzi, sicuramente sono i migliori altrimenti non lavorerebbero proprio lì.
Il problema è che non si capisce il motivo per cui dovrebbero dare anche a noi (che non siamo suoi
clienti e non paghiamo nemmeno un cent) le loro notizie riservate.
Al popolo gli si da la robaccia di scarto.
Ed è per questo che quando ho letto l’articolo mi sono toccato!
Fanno festa l’ing. De Benedetti e quelli che hanno le Cir in portafoglio: il povero Berlusca deve
firmare un assegnone da 750milioni di euro con valuta immediata.
Per una società che capitalizza “solo” 1,2 miliardi è un bel regalo di Natale anticipato!
Ed è anche così che si spiega come mai il titolo era sempre richiesto e non appena si creavano condizioni di ribasso venivano sempre negate.
Qualcuno sapeva? No, non si può dire ma pensare si.
Il Banco Popolare si sta appoggiando all’area di supporto tra 5,9/6€: da qui immagino possa rimbalzare un po’ ma, dovesse romperla al ribasso, si apriranno le porte verso i 5€.
Anche il Monte Paschi Siena ballonzola sopra 1,38€: se i corsi imboccheranno la strada verso sud
sarà meglio dotarsi di opportuno paracadute.
Tra le small cap: Safilo ha rimbalzato prima del previsto.
Vediamo che cosa si potrà fare se tornerà verso 0,5€.

cuts for so few ungainly moms
Cheerson CX-20 Day Noise Dominates Global Trade

The clothes children wore tended to be rather plain
woolrich jassenEd Hardy Clothes Have Bright Colors
woolrich jacken