Articolo scritto l’11/10 per Reporter


 

Le borse, più o meno, son sempre lì. Piccoli scarti percentuali da una parte o dall’altra.
L’SP500 rimane abbondantemente sopra 1.100 e ciò significa che il suo trend rimane tranquillamente al rialzo; l’obiettivo nei pressi di 1.200 è ancora a portata di mano.
Il nostro Ftse/Mib 40, invece, rimane racchiuso all’interno del trading range segnalato innumerevoli volte; potremo stappare
il lambrusco soltanto quando (se) riuscirà a superare 21.200. Non prima.
Rimane altresì valido il suggerimento di preferire le azioni tedesche in caso di break-out rialzista.
Il livello di supporto rimane attorno a 19.900: finchè i prezzi rimangono sopra non c’è alcun pericolo.
Occorre sottolineare che siamo in periodo di trimestrali: nei prossimi giorni le principali corporation americane presenteranno
i conti del 3Q; quasi sicuramente ci saranno forti movimenti sui singoli titoli.
Alcoa, leader dell’alluminio, pubblica i dati per prima: il mercato l’ha premiata con un +5%.
Una rondine, purtroppo, non fà primavera e questa anticipazione non ci può aiutare più di tanto.
Colgo l’occasione per ricordare un indice che da tempo non segnalo: il Nikkey.

Sul grafico giornaliero si sta formando un Testa e Spalle rialzista e l’eventuale break-out sopra 9.700 dovrebbe dare il via
al recupero.
E’ probabile che se ripartirà lo farà insieme alla discesa dello Yen; in questo momento, però, quest’ultimo elemento è latitante.
L’Oro, seppur lentamente, supera anche i 1.350$; non ci rimane che mantenere eventuali posizioni al rialzo alzando il livello
di trailing stop man mano che i corsi toccano nuovi record storici.
Al momento l’ipotesi bearish che mi sembrava aver possibilità di successo perde sempre più consenso.
Sulle singole azioni ci sono stati movimenti d’interesse.
Su Fondiaria Sai, per esempio, su cui leggiamo di un forte interessamento del finanziere francese Bollorè.
Il suo triplo minimo storico=7,2€ ha retto e da lì i corsi sono esplosi al rialzo accompagnati da volumi oltre la media.
E’ probabile che attorno a 8,8€ possa tirare un po’ il fiato; su un’eventuale correzione, però, cercherei di comprarla.
Storicamente questo titolo si muove sempre con forza da una parte all’altra.
Nel 2007 era arrivata a 40€ ed ha perso quasi l’80% del suo valore. Solo che ne recuperi una parte sarebbe già grasso che cola.
Devo segnalare il falso break-out di Mediaset.
In tempi non sospetti ho descritto il testa e spalle rialzista che si stava completando. I corsi sono arrivati fino a 5,37€ e tutto sembrava procedere per il meglio.
La fase bullish, purtroppo, si è interrotta improvvisamente. Ritengo sia utile correre ai ripari e tagliare eventuali posizioni in portafoglio.
Mi aspetto un peggioramento in caso di discesa sotto 4,95€.
Telecom Italia, invece, ha reagito proprio a cavallo di 1€ dove l’aspettavo; se tornerà sopra 1,06€ dovrebbe muoversi verso
1,15€ che sembra un obiettivo piuttosto difficile da superare al primo tentativo.
Unipol mi sembra una delle blue chip più interessanti; dovrebbe esplodere al rialzo al superamento di 0,56€. Mi raccomando, però: è indispensabile che non scenda sotto i minimi storici attorno a 0,5€.
In quest’ultimo caso, infatti, l’ipotesi bullish non si realizzerà di certo.
Unicredit è rimasta tranquillamente sopra 1,8€; se riuscirà a superare 1,9€ il pericolo di uno scivolone verso 1,5€ diventerà ancora più remoto.
Molto bello il grafico di Ubi Banca: i corsi hanno formato un doppio minimo a 7€ e sono ripartiti.
Il nuovo break-out sopra 7,6€ farà scattare un nuovo segnale d’acquisto con primo obiettivo nei pressi di 8,5€.
Stm è ancora in fase ribassista ma si sta avvicinando all’importante supporto=5€: potrebbe diventare un’ottima opportunità d’acquisto. Da seguire con molta attenzione.
Lottomatica continua a pazzeggiare quà e là senza una direzione precisa: mi aspetto che possa rialzare con forza non appena riuscirà a superare i 12€.
Occhio anche a Geox che ha rotto al rialzo sopra 4,1€ e poi ha fatto un classico pull back.
Nuovo segnale rialzista sopra 4,2€ (prima) e 4,3€ (ulteriore forte conferma bullish).

http://www.meglioli.biz

Our own analysis places value at the high end of this range
Iphone 6 Case Top 10 Fashion Must Haves For Every Fashionista

The charity will keep you posted on upcoming events
Cheerson CX-20How to Wear a Onesie
woolrich parka

1 Commento Articolo scritto l’11/10 per Reporter

  1. Angelo

    Oggi segnale long sul titolo ESPRESSO… rotti i 1.66… In vista nuova accellerazione per Fondiaria e Reno de Medici 🙂

Commenti chiusi