Articolo scritto per Reporter


Confermo quanto già scritto all’inizio dell’articolo del numero scorso: probabilmenteil famoso spread è arrivato al traguardo e adesso dovrebbe sgonfiarsi un pò.
C’è anche una motivazione di carattere tecnico dietro questa affermazione:
il differenziale, infatti, ha toccato per due volte (doppio massimo) i 550 e adesso
potrebbe scendere sotto 450, l’ultimo minimo relativo.
Se si concretizzerà ciò, significa che si è formato un top di breve con implicazioni
ribassiste.
In pratica: si nota il probabile ribasso del Bund (tassi del 2% sono troppo bassi rispetto
alla concorrenza e il bene rifugio rischia di diventare una trappola!) e il consensuale
rialzo dei nostri BTP (un rendimento del 7 e rotti % è da paese in default e l’Italia
non si trova in questa condizione).
Quello che mi colpisce, però, è come la maggior parte dei giornali propone queste
notizie (i direttori si stupiscono che il pubblico legge sempre meno): appena lo spread
sale di qualche punticino titoli a piena pagina che terrorizzano i lettori; quando scende
di 100 punti in due giorni (non bazzecole) non trovi quasi niente, i titoli di copertina
sono per Scilipoti!
E allora ti viene il terribile sospetto che facciano apposta ma questo è un altro discorso.
In ogni modo: un CCT che quota 84 mi sembra sempre un ottimo affare anche se nel
breve le quotazioni potrebbero oscillare anche dalla parte sbagliata!
Gli indici di borsa, purtroppo, sono scivolati vicino ai loro livelli di supporto:
se scenderanno sotto dovremo rimandare la fase rialzista di qualche tempo.
Se, al contrario, riusciranno a superare le resistenze già indicate (Dax > 6.000, Cac 40
> 3.200, Ftse/Mib 40 > 16.000, Nasdaq 100 > 2.450) è probabile si possa festeggiare
il rally di Natale.
Aggiungo: ci sono le condizioni tecniche  per uno STRONG BUY e, quindi, seguirei
con particolare attenzione il mercato azionario che, come sapete, spesso risorge nei
momenti peggiori e quando sarebbe più lecito aspettarsi il contrario.
Poche novità sulle valute con Eur/Usd sempre inchiodato a 1,37: un’eventuale
peggioramento verso 1,33 potrebbe diventare una nuova opportunità d’acquisto.
Anche con lo Yen sto cercando il momento buono per comprare: non credo che
i giapponesi siano intenzionati a tenere una moneta così forte per così tanto tempo.
Anche la Sterlina, tra 0,84/0,85, potrebbe essere a ridosso del fondo.
Le quotazioni dell’Oro hanno girato al ribasso: dovesse scendere nei pressi di 1.600$
potrebbe essere un’opportunità d’acquisto a basso rischio.
Ora, però, siamo ancora lontani.
E le azioni? Vale quanto scritto sopra: se l’indice Ftse/Mib 40 riuscirà a superare
i 16.000 potrebbero mettersi a correre.
La scorsa settimana c’è stato il risveglio di Ubi Banca che s’è impennata fino
a 3,088€: ricordo che deve superare 3,25€.
Se ci riuscirà vuol dire che il trend rialzista ha ripreso il sopravvento e potrebbe
recuperare parte del terreno perduto negli ultimi mesi.
Tod’s, che avevo segnalato diverse volte come opportunità ribassista, ha già svoltato
al rialzo.
Da adesso, su debolezza, si può riprendere in considerazione per eventuali acquisti
anche se non ci possiamo aspettare performance da capogiro.
Buone notizie da Parmalat: è vero che rimane nel trading range ma si abbassa
il livello d’entrata al superamento di 1,65€.
Non dimenticate che i francesi di Lactalis hanno comprato a 2,6€!
Tra i bancari: soltanto Mediolanum ed Azimut sono tecnicamente già al rialzo.
Se la banca guidata da Enni Doris riuscirà a superare i 3,1€ scatterà un forte segnale
rialzista.
Mediaset ha sofferto parecchio le dimissioni di Berlusconi ed ora si trova su un
DOPPIO MINIMO storico nei pressi di 2€: se riuscirà a resistere e ha superare 2,15€
potrebbe iniziare la fase di recupero.
Per parlare d’inversione vera e propria, però, dovremo aspettare il superamento di 3€.
Pubblico il grafico di Exor, la finanziaria che controlla Fiat:

 

sembra lentamente voler svoltare verso l’alto.
Mi segno il livello di 16€ che divide la fase ribassista (sotto) da quella rialzista (sopra).
Le convertibili sono tutte sui minimi con rendimenti particolarmente succulenti:
per me si tratta di opportunità d’acquisto e non il contrario.

http://www.meglioli.biz

Green Science Fair Ideas
valentino studded heels Gift Your Loved One A Silver Heart Locket

He does not cuss
Louis Vuitton OutletKeep Up with Fashion China Jewelry Trends at Bargain Prices
woolrich sale