Borse sugli scudi grazie alle banche che godono dell’accordo in Grecia


Le Borse europee guadagnano a metà mattina con le banche sugli scudi dopo le notizie di accordo sulla Grecia.

grexit

” Dopo 17 ore di negoziati abbiamo un accordo, qualcuno lo ha definito Greekment; Lavoreremo sull’avvio di un programma Esm che dara’ supporto continuo alla Grecia. Adesso bisogna approvare una serie di riforme in vari Parlamenti europei e soprattutto in quello greco per dare al programma formale inizio; l’Eurogruppo continuera’ a lavorare con le parti per andare avanti con i negoziati. I ministri delle Finanze dell’Eurozona avvieranno inoltre un processo per arrivare a fornire ad Atene un prestito ponte per le necessita’ finanziarie di breve”.

Lo ha affermato il presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, in una conferenza stampa al termine dell’eurosummit straordinario iniziato ieri e andato avanti tutta la notte.

Il FTSE MIB si appresta a guadagnare due punti percentuali ma la volatilità resta alta causa le cautele degli operatori che vogliono vederci chiaro sul caso Grecia mentre lo spread tra Btp e Bund si attesta sui 120 punti base.

FTSE 137

Anche a livello europeo si muovono bene gli indici, tutti in territorio positivo: Dax a +1.15% , Euro Stoxx +1.78% , FTSE100 +0.68 , e CAC40 che sfiora i 2 punti percentuali.

DAX 137

L’indice americano, meno coinvolto alla vicenda greca, ha manifestato una volatilità notevolmente inferiore a quella delle piazze europee.

sp137

Come si può osservare dal grafico da quasi 5 mesi l’ S&P 500 si muove all’interno di un trading range molto ben definito che ha come base di supporto livello 2050 pti e come resistenza i 2.100 punti, livelli che potranno essere finalmente rotti se l’accordo sulla Grecia dovesse confermarsi positivo per l’economia europea e mondiale.

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *