da Finanza.com


29.9.08 – 14:22

Difficile essere con Bush quando dice, come ha fatto pochi minuti fa, che "la legge va alle radici della crisi e darà fiducia". Basta dare uno sguardo ai preparativi della seduta odierna di Wall Street all’indomani dell’ok ufficioso al Piano Paulson.

I derivati su S&P500 e sul Nasdaq perdono etrambi l’1,5% e ancora una volta a preoccupare sono i finanziari, con Wachovia che nel pre-mercato è arrivata a perdere il 60%. Sul titolo pesano i timori di una crisi di liquidità e l’assenza di novità sul fronte delle integrazioni.

Novità che invece sono arrivate pochi istanti fa, con l’annuncio della Fdic secondo cui Citigroup acquisirà le attività bancarie di Wachovia. Annuncio che ha già contribuito a ridurre le perdite dei future.

Come accennato però il presidente Bush fa professione di fiducia nel piano che questa notte ha avuto un primo sì da parte del Congresso almeno in via ufficiosa. Peccato che la prima tranche del piano sia solo la metà di quella che lo stesso segretario al Tesoro, Paulson, avrebbe desiderato, ossia 250 miliardi di dollari.
Il voto dovrebbe arrivare nel corso della settimana.

Sul fronte macroeconomico, alle 14.30 si conosceranno i dati su redditi e spesa personali degli americani in agosto. I primi sono previsti crescere dello 0,2% (da -0,7%), così come la seconda, che ripeterebbe il +0,2% di luglio. Il deflatore core, misura di inflazione, è atteso mostrare un +2,4%.

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *