ENI ha fatto il suo dovere. Ma ora ?

Lo scorso 31/7 ho scritto che il CAPPELLO da STREGA su Eni (Ticker ENI) poteva “spingere” le quotazioni verso i minimi di fine Marzo.
Ricordo che sui social mi hanno anche “preso per il culo” ma questo pattern, divulgato da Dave Landry (non da me), ha avuto successo ! L’obiettivo era il re-test del minimo (6,26€) e direi che ormai ci siamo per davvero (6,317€). Questo è quanto.
Il problema è: da qui si riparte con forza oppure la via crucis non è ancora finita ? Non c’è una terza via.
Ci troviamo in una condizione tecnica molto importante e simile a quella che abbiamo riscontrato qualche settimana su SAIPEM.
Vi dico la mia: se l’analisi che ho fatto sul PETROLIO si rivelerà corretta , temo che lo scenario più improbabile (la continuazione verso il basso !) potrebbe essere quello con le maggiori probabilità di successo.
A livello operativo: si sta a bordo campo e si aspetta con molta calma. Nessuno ci corre dietro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.