Focus Mercati FTSE MIB – Dax – Eurodollaro


L’indice Ftse Mib continua a macinare terreno portandosi ai massimi da settembre e sottolineando come la ripresa paventata da molti analisti si stia facendo sentire e vedere anche in ambito finanziario.
Le quotazioni del future hanno superato anche anche l’area di 21.600 ed il primo target dei 21.500 punti è stato raggiunto in mattinata.

L’indice nelle ultime 4 sedute è salito in maniera stabile e veloce, indice di una possibile ma non scontata fase di assestamento dei prezzi nel breve termine; La volatilità dei prezzi si mantiene su livelli medi con 500 pti circa a seduta.

Scenario rialzista: Una prima soglia interessante è rappresentata dal superamento in chiusura di contrattazioni di area 21800 che aprirebbe le porte ai massimi di Giugno 2014 dei 22.590 pti.
Scenario ribassista: Discese sotto il supporto dei 20.200 pti sarebbero un segno da non sottovalutare perchè sotto questo livello i prezzi scivolerebbero con una certa velocità verso area 20.200 con numerose prese di beneficio da parte delle mani forti.

 
fib182

Passiamo ora ad analizzare il Future DAX che sta recuperando il ribasso della precedente seduta sostenuto dalla MM a 20 periodi

Scenario rialzista: Possiamo pensare ad un nuovo colpo di reni del DAX sopra gli 11.000 pti in chiusura di giornata, che rappresentano un livello psicologico importante per molti istituzionali; Primo target da impostare a 11.045, secondo a 11.080
Scenario ribassista: Anche qui vista la forza del dax degli ultimi mesi preferiamo andare cauti su posizioni ribassiste, quindi prendiamo in seria considerazione questo scenario solo con la rottura del canale dei 10.550 pti in chiusura di seduta; altre discese che toccano il livello ma non lo oltrepassano in chiusura saranno da intendersi come fasi di accumulo dei prezzi e occasioni per ricomprare ad un livello migliore. Primo target da impostare a 10.500, secondo a 10.472

 

DAX182

Passiamo ora al discorso dollaro che dopo la lunga cavalcata che l’ha portato ad apprezzarsi di quasi il 30% nei confronti dell’euro nel giro di 6 mesi ha raggiunto un’importante area di supporto rappresentata da area 1.12
Il rimbalzo che ci si poteva aspettare a questo punto è stato sicuramente inferiore alle previsioni, e le motivazioni possono essere di vario genere: in primo luogo c’è il mancato accordo tra la Troika ed il governo greco, che sicuramente agevolerebbe il recupero della moneta europea. A livello tecnico l’indicatore RSI è in ipercomprato sia su base settimanale che su base mensile, in previsione di un rimbalzo più sostanzioso di quanto visto finora.

Scenario rialzista di medio periodo: Il mini rimbalzo visto finora potrebbe esaurirsi in area 1.22 quindi predisponiamo un ordine di ingresso LONG a 1.15 ( confermati in chiusura ) con uno Stop Loss a 1.13 ed un primo Target a 1.20 ; un secondo (ambizioso) a 1.22
Scenario ribassista di medio periodo: se le quotazioni continueranno a tergiversare intorno agli 1.13 e se la chiusura risultasse inferiore aprirei uno SHORT con stop loss a 1.16 (sempre in chiusura) ed un target ambizioso a 1.09

 

eurusd182

TS FTSE MIB segnali dal trading system
Il nostro Trading System sull’indice italiano si è posizionato LONG il 10Febbraio a 20795; il trailing stop è posizionato a 21.350 mentre il target non è stato ancora impostato.

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *