Gigamedia


0502gigm1

Sul Nasdaq ho riscoperto Gigamedia (GIGM). Guarda il grafico degli ultimi cinque anni: dopo un devastante trend ribassista, i corsi si sono mossi all’interno di un lungo (classico) MINIMO ARROTONDATO partito dal 2011 e durato circa tre anni. All’inizio di quest’anno c’è stato il BREAK-OUT >1,2$ atteso da tempo. E’ stato un forte segnale rialzista visto che i corsi sono arrivati fino a 1,8$ (+50%) e pareva proprio l’inizio di una nuova fase rialzista.

Il successivo ritracciamento, però, è stato molto più forte del previsto. In maniera inaspettata, infatti, i corsi sono scesi addirittura fino a 1$ !

Notate la barra di Martedì scorso con un recupero da 1$ fino a 1,2$; probabilmente significa che attorno a 1$ siamo proprio nei pressi del fondo!

Nei prossimi giorni, se si concretizzerà un pattern degno di nota, cercherò di comprarla. L’idea è che possa diventare un “X bagger” e cioè un titolo decisamente “esplosivo” che può moltiplicarsi per X volte.

Come sempre, avanti con calma: non ci corre dietro nessuno.

Dimenticavo: l’eventuale superamento di 2$ dovrebbe togliere ogni dubbio in merito all’analisi appena redatta!

Ovviamente, se sarà possibile, cercherò di entrare un po’ prima.

http://www.meglioli.biz

my own mode inspirations
Isabel Marant Boots Awards Fans of Adult Media Entertainment

Welcome to the jungle
wandtattooTips to Job Interview Presentation to Impress Your Hiring Manager
woolrich parka

1 Commento Gigamedia

  1. Giuseppe

    Salve, volevo sapere su che parametri di base imposta le scansioni sui titoli americani visto che, per il loro numero elevato, sarebbe impossibile guardare i grafici uno ad uno, cosa che magari potrebbe anche essere tentata sul listino italiano, ma se non ci si vuol limitare solo alle blue chips, anche qui l’impresa sarebbe lunga. Grazie mille e complimenti.

Commenti chiusi