Index Linked emessa da Popolare Vita


 

Un lettore, sfruttando il servizio S.o.S. Bank, mi ha chiesto delucidazioni sulla proposta 
di scambio che il Banco Popolare gli ha illustrato.

Nel 2007 ha sottoscritto tal "Adesso Index Giugno 2007", emessa
da Popolare Vita.
Questo strumento, purtroppo, era abbinato a Lehman Brothers.
Il Banco Popolare, come hanno fatto altri, ha proposto di cambiargli la vecchia polizza 
con una nuova denominata "Bel Domani Scudo 1".
Premetto: l’incidente sulla banca americana poteva anche capitare.
Alzi la mano chi poteva prevedere che la terza banca d’affari americana sarebbe saltata!
Io no.
Quello che fà arrabbiare sono altre cose.
1) il lettore aveva espressamente richiesto un titolo senza rischi senza stare a contrattare sul tasso d’interesse.
Gli è stata fatta sottoscrivere una index con cedole calcolate in maniera incredibile e con una liquidità meno che inesistente.
2) su 10.000€ di nominale il caricamento superava i 900€!
Non mi era mai successo di vedere provvigioni così onerose (9%)
per un prodotto di merda come questo!
Se non è di merda, gradirei che qualcuno mi spiegasse i vantaggi che non sono proprio riuscito a trovare.
Non mi scuso per il termine perchè non sono riuscito a trovare una parola più dispregiativa che potesse illustrare il prodotto.
La nuova proposta:
1) innanzitutto la scadenza è superiore di due anni (al 31-12-2015 anzichè al 29-06-2007).
In questi ultimi due anni non sono previste remunerazioni di alcun genere.
Gratta, gratta, la banca ci guadagna!
2) viene mantenuta la cedola al 5% (verrà liquidata al 29-06-2009) mentre le successive (fino al 2013) verranno pagate se le quotazioni di un paniere di titoli rimarranno superiori al 72% dal prezzo strike.
E’ sufficiente che uno solo di questi titoli non rispetti la condizione che la cedola sarà nulla!
Capirai!
In questo momento, quindi, le probabilità di riscuotere l’interesse sono al lumicino!
3) volendo liquidare il titolo anticipatamente bisognerà tener conto del prezzo di uno zero coupon (e sarà la banca, d’imperio, a stabilirlo).
A questo valore bisognerà applicare un’aliquota peggiorativa dal 58,4% (del primo anno) a scalare fino al 91,5% (del settimo).
Non si capisce come mai visto che il prodotto è strutturato e il
cliente ha già pagato fior di commissioni (non si sa per cosa).

Morale: questa proposta è meglio di niente, ovviamente, ma che la società non ci venga a raccontare che è venuta incontro al cliente.
Il suggerimento (anche per altri):
1) prima di sottoscrivere index linked pensateci 100 volte.
2) leggete attentamente il prospetto informativo.
Se questo è molto lungo vuol dire che il prodotto è complesso
e, quindi, molto probabilmente, svantaggioso per voi.
3) se non lo capite non lo dovete sottoscrivere. Non fidatevi di quello che vi viene spiegato dal funzionario di turno.
A volte non sa neanche lui che cosa sta vendendo;
4) se insistono per farvelo sottoscrivere, dovete assolutamente
lasciar perdere!

Nel nostro caso, se uno è un pò incazzato per il trattamento ricevuto, si può richiedere alla banca tutta la documentazione riguardo alla sottoscrizione del prodotto.
Se l’avessero persa (non si sa mai) o ci fossero dei cavilli, il contratto potrebbe essere nullo e si potrebbe tornare in possesso del proprio capitale anzitempo.
Per questo, però, occorre l’interesse di un legale molto preparato in disciplina bancaria (che è molto complessa).

evening weddings or opera performances
wandtattoo What Equipment Is Required to Be a Fashion Photographer

Don’t forget to enjoy the atmosphere of the foreign country
burberry schalWhy Have Henna Temporary Tattoos Become Fashionable
woolrich sale