Intervista per trend on line


Pubblico in anteprima la consueta intervista rilasciata per trend-online.com
Buona lettura!
Alberto

Grazie alla tenuta di alcuni supporti l’indice Ftse Mib si è riportato ad un passo dall’ostacolo dei 16.000 punti. E’ lecito attendersi ulteriori spunti rialzisti nel breve?

La settimana scorsa mettevo l’accento sul fatto che il nostro indice stava scontando in negativo l’incertezza della scena politica. Ora che la situazione sembrerebbe essersi schiarita di più dovremmo avere la fuoriuscita dal canale rettangolare che tieni ingabbiati i corsi nel breve termine fra il supporto a 14890 e la resistenza a 16000. Potremmo attenderci spunti rialzisti solo al superamento di tale livello, superamento che deve essere consolidato e forte. Vedremo se l’ottava entrante sancirà tale break out che potrebbe portarci in direzione del rally di Natale.

Un allentamento delle tensioni sul fronte politico potrà favorire i titoli del settore bancario? Quali sono i titoli del comparto  ai quali consiglia di guardare ora?

Mi pare assolutamente interessante Banca pop.dell’Emiia Romagna che venerdi scorso, 11 novembre, ha completato un 1 2 3 low di Ross, segnale d’inversione di trend che potrebbe portare ad recupero delle quotazioni fino ad area 6,47€ nel breve periodo.

Mi piace molto anche Intesa-SanPaolo che col superamento del massimo relativo posto a 1,25€ da un segnale rialzista e che potrebbe ritornare in area 1,39€

Alla luce delle attuali quotazioni del petrolio quali suggerimenti ci può fornire per due titoli del settore oil come Saipem ed ENI?

Su Saipem il trend di breve periodo resta improntato al rialzo e la ultime sedute possono essere viste come una congestione di tipo triangolare, nella fattispecie un triangolo rialzista anche se i massimi non sono perfettamente allineati. E’ un titolo sicuramente da seguire e su cui si potrebbe intervenire in acquisto al superamento della resistenza posta a 32,95€ Ci sono, tuttavia, due scogli molto forti appena sopra tale livello, per cui valuterei con estrema cura il gradi di affidabilità della rottura. Tali ostacoli sono rappresentati dalla media mobile a 200 giorni che passa da area 34,22€ e dal vecchio supporto ora resistenza di area 33,60€. Ripeto, prestiamo molta attenzione.

Trend di fondo rialzista anche per Eni che è, anche’esso, in congestione tra il supporto posto a 15,00€ e la resistenza a 16,00€ In area 16,00€ passa inoltre la media mobile a 200 giorni. Direi che tale livello è la linea del Piave che deve essere superata perché venga sancito un ulteriore rialzo.

Qual è il suo giudizio su due protagonisti del settore lusso come Tod’s e Luxottica? Quali sono i livelli da seguire per entrambi ora?

 Tra le due preferisco di gran lunga Tod’s che ha dato un forte segnale di ripresa nella seduta di venerdi scorso, 11 novembre, con una bella seduta da +7,29% totalmente improntata al rialzo e accompagnata da ottimi volumi. Il segnale d’acquisto lo farei scattare al break out di 75,00€  in quanto l’up trend di brevem in quel caso, troverebbe conferma e continuità.

Su Luxottica non vedo particolari spunti operativi.

Su quali titoli si sta concentrando ora la sua operatività? A quali consiglia di guardare in particolare?

Seguo con grande attenzione Tenaris che è appena sotto i massimi relativi in una sorta di congestione. Al superamento di 13,30€ credo possa valere la pena tentare un acquisto.
________________________________________________________
Preghiera sono le nostre mani innalzate a Dio per ricevere i Suoi doni

2 Commenti Intervista per trend on line

  1. andrea udine

    ALBERTONEEEEEEEEEE….altro che 11-11-2011,ma neppure 11-09-2001…qua è meglio andare in un ritrovo spirituale e stare 30 gg in meditazione…è saltato tutto:fondamentali,analisi tecnica,speranza,liquidità,incazzatura,isterismo,fiducia…
    Non aggiungo altro se non dire che fra poco finisce l’ennesimo anno no

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *