Intervista per trend on line


Pubblico la consueta intervista rilasciata per il portale finanziario www.trend-online.com
Buona lettura.
Alberto

L’indice Ftse Mib ha tirato un po’ il fiato in avvio di ottava dopo essersi riportato sopra quota 22.000 punti. Come è cambiato lo scenario del mercato e quali sono le prospettive per le prossime sedute?

 La settima scorsa affermavo che l’ottava appena conclusa sarebbe stata particolarmente interessante nel suo evolversi visto che venerdì scorso (14 gennaio)  il nostro indice aveva chiuso a 21460 punti, livello importantissimo perché a ridosso della resistenza di medio periodo che delimitava la parte alta della grande congestione partita dal luglio scorso.
Ebbene, la resistenza è stata abbondantemente superata e sembrerebbe proprio che il quadro di medio periodo per l’azionario italiano stia volgendo decisamente al bello.
Il break out della resistenza avvenuto in queste ultime 5 sedute è stato netto e non lascia spazio a interpretazioni “dubbie”.
L’unica cosa che mi attendo ora come ora è, quantomeno, un consolidamento sui massimi di periodo se non un “pull back” verso 21600.
Ritengo infatti che non possa essere sostenibile un’altra settimana completamente al rialzo (anche se naturalmente me lo auguro) in quanto credo che fisiologiche prese di profitto ci stanno tutte.
L’importante, comunque, è che ci si mantenga al di sopra della vecchia resistenza, ora supporto, appena citata altrimenti un approdo in area 21088 sarebbe alquanto verosimile..

 Unicredit e Intesa Sanpaolo hanno guadagnato ancora terreno, mettendo a segno una delle migliori performance tra i bancari. Consiglierebbe di acquistare questi due titoli sui livelli attuali?

Unicredit è assolutamente un titolo da seguire da molto vicino. Direi che ha completato una bellissima inversione di medio periodo superando il massimo relativo posto a 1,734€
E’ al rialzo da 10 sedute consecutive per cui credo che fra un po’ qualche fisiologica presa di profitto possa arrivare. Al momento non comprerei per via di quanto appena affermato, ma non appena rintraccia un po’ e poi riparte è sicuramente da acquistare.
Direi che il discorso è assolutamente analogo anche per Intesa-San Paolo. Mi risulta
difficile, per entrambe, dare dei livelli di riferimento. La cosa migliore da fare al momento, è stare alla finestra e aspettare pazientemente che si smaltisca questa ondata di acquisti e che il trend registri un minimo relativo con successiva ripartenza. Sarà quello, a mio modo di vedere, il momento per acquistare.

 Fiat Spa ed Exor sono stati colpiti dalle prese di profitto dopo i recenti rialzi. Come valuta l’impostazione di questi due titoli? Si può acquistare sui livelli attuali o meglio attendere ulteriori storni?

 Il trend di Fiat, al momento, è inequivocabilmente ribassista. Dopo il massimo registrato a 8,18€ il titolo ha ingranato la retromarcia e al momento non sta nessuna intenzione di voler arrestare la discesa per cui direi che no, al momento non consiglio acquisti sul titolo. Meglio attendere che il coltello finisca di cadere, si conficchi per bene a terra e smetta di vibrare. Solo allora proveremo a raccoglierlo.
Leggermente, ma solo un po’, meglio la situazione tecnica di Exor che evidenzia in area 22,00€ un sorta di piccolo supporto con il quale il titolo è ha contatto in questi giorni. Direi che si potrebbe tentare uno short in caso di cedimento di tale livello. Al momento, operazioni al rialzo, mi paiono molto rischiose.

 Mediolanum e Azimut hanno fornito spunti interessanti di recente, beneficiando della positiva intonazione del mercato. Quali strategie ci può suggerire per questi due titoli?

 Mediolanum è un titolo la cui impostazione tecnica mi piace molto. Sarei compratore in caso di chiusura superiore a 3,86€
Molto intrigante anche Azimut.
Nella fattispecie il titolo, dopo aver strappato al rialzo una congestione stretta con i fiocchi in area 7,50€, supera di slancio anche il massimo relativo posto 8,055€
Piccolo rintracciamento e possibile ripartenza con la giornata di ieri 24 gennaio. Direi che, i nacaso di chiusura superiore a 8,04€ un tentativo in acquisto ci sta.

 Alla luce della recente evoluzione del mercato, quali sono i titoli che presentano configurazioni grafiche più interessanti di altri in questa fase?

Mi piace Mediobanca che al momento sta combattendo con la reistenza posta in area 7,56€
Se dovesse superare tale scoglio un acquisto lo tenterei. Tra i titoli a minore capitalizzazione a mio parere ben impostata per un proseguo al rialzo è Prelios. Dal maggio scorso il trend presenta minimi rialzisti e il recente break out di area 0,475€ è un buon segnale long accompagnato, fondamentale!, da ottimi volumi. Si può tentare un acquisto a questi prezzi oppure attendere il superamento dello scoglio posto a 0,492€

____________________________________________________________

“Cari figli! Anche oggi sono con voi e vi guardo, vi benedico e non perdo la speranza che questo mondo cambierà in bene e che la pace regnerà nei cuori degli uomini. La gioia regnerà nel mondo perchè vi siete aperti alla mia chiamata e all’amore di Dio. Lo Spirito Santo cambia la multitudine di coloro che hanno detto si. Perciò desidero dirvi: grazie per aver risposto alla mia chiamata.”
Messaggio del 25 gennaio 2011

1 Commento Intervista per trend on line

  1. Monex

    In Europa a beneficiarne sono come la settimana precedente i titoli bancari e assicurativi che ritrovano vigore interrompendo il trend ribassista che li ha contraddistinti per tutto il 2010. La stagione degli utili statunitensi del quarto trimestre sta confermando il trend di crescita di utili e fatturato. Questo ovviamente causerebbe un freno alla crescita.In conclusione landamento degli indici azionari in settimana ha rafforzato gli indici piu deboli mentre ha consolidato quelli piu forti rimane anche rialzista il trend di medio periodo.

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *