Intervista per trend-online


Ciao a tutti.
Pubblico in anteprima la consueta intervista per trend-online.com
Buona lettura!
Alberto

L’indice Ftse Mib è sceso al di sotto dei 13.850 punti da lei segnalati nell’ultima intervista, salvo riconquistare questo livello in seguito. Ci sono le condizioni per assistere ad un recupero più duraturo e convincente nel breve?

La situazione tecnica del nostro indice non è assolutamente cambiata rispetto a quanto segnalato la settimana scorsa. L’impostazione di fondo rimane ribassista ma abbiamo avuto la conferma di quanto sia importante la tenuta del supporto a 13.850 citato. La pista ciclica è in divergenza rialzista per cui potrebbe, ben che vada, iniziare un movimento laterale compreso tra 13850 di base e 15.000 punti come resistenza che resta lo spartiacque per l’inversione di trend.

Banca Popolare di Milano ha mostrato una buona forza relativa nelle ultime sedute, mentre si è mostrato più debole Ubi Banca. Come valuta l’impostazione di questi due titoli?

Dall’importante supporto posto a 0,3125€ la pop.di Milano ha inanellato una serie di minimi crescenti. Se dovesse superare con buoni volumi la resistenza posta a 0,375€ si potrebbe tentare un acquisto.

Ubi banca, invece, resta sul supporto di breve posto a 2,3776€ Pista ciclica in divergenza rialzista ma nessun segnale grafico di ripresa. Attendiamo gli sviluppi futuri per capire se ci sono possibilità o meno di inversioni di tendenza.

Pirelli ha subito un forte calo dopo la diffusione dei conti trimestrali, salvo poi recuperare terreno, mentre Prysmian non ha dato vita a reazioni particolarmente eclatanti. Quali strategie ci può suggerire per questi due titoli?

La tendenza di fondo per Pirelli è rialzista. Nonostante la seduta da -9,50% del 10 maggio scorso, il supporto posto a 8,50€ ha tenuto. Si potrebbe tentare un acquisto in caso di superamento 9,15€

Tendenza di breve sempre al ribasso per Prysmian che viene però arginata dalla media mobile a 200 periodi in area 11,36€ Non intraprenderei operazioni rialziste ma attenderei un probabile rimbalzo per sfruttarlo in ottica short.

 Alla luce delle attuali quotazioni del petrolio, quali indicazioni operative ci può fornire per due temi come Eni e Tenaris? Quali sono i livelli da seguire ora per entrambi?

La discesa di breve periodo per Eni iniziata dai massimi di area 18,70€ potrebbe essere agli sgoccioli. Recentemente abbiamo 3 minimi allineati con pista ciclica in divergenza rialzista. Andrei in acquisto in caso di superamento del massimo relativo posto a 17,12€

Per quel che riguarda Tenaris, invece, si potrebbe tentare un trade mordi e fuggi in casi di superamento di 14,00€ con target 15,00€ Il supporto in area 13,30€ corrisponde con la media mobile a 200 giorni e potrebbe essere una buona area di ripartenza.

________________________
Lodiamo il Signore perchè è buono! Eterna è la sua misericordia

1 Commento Intervista per trend-online

  1. andrea barman

    ALBERTONE…speriamo nella ripartenza…visto che dal 1 gennaio siamo sempre a sconto rispetto al dax e agli altri indici

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *