Intervista per trend-online


Dopo la pausa estiva, riprendo il consueto appuntamento settimanale con le interviste che rilascio per il portale finanziario www.trend-online.com
Sperando di fare cosa gradita, pubblico in anteprima l’intervista che verrà pubblicata domani.

A presto!
Alberto

Dopo essere stato respinto dall’area dei 15.000 punti, l’indice Ftse Mib si è riportato sui minimi dell’anno. Quali considerazioni si possono fare sull’attuale situazione del mercato e quali sono i possibili scenari nel breve?

Innanzitutto mi permetta un “ben ritrovato” a tutti i lettori di trend-online.com dopo la pausa estiva. Purtroppo la situazione tecnica del nostro benchmark è estremamente delicata. Il teend dominante è saldamente ribassista e le sedute positive sono caratterizzate da volumi esigui rispetto a quelle negative dove invece i volumi sono sicuramente maggiori. La rottura del supporto posto a 14200 avvenuta venerdì scorso non è sicuramente un buon segnale. Temo che, salvo prese di posizione politiche fortissime, il target primo saranno i minimi di marzo 2009. Personalmente però, spero di sbagliarmi, ritengo che se  dovessimo arrivare in area 12290 le cose non miglioreranno. Non credo infatti che il supportino che c’è li, più psicologico che tecnico, possa arginare ulteriori discese. Vedremo.

Unicredit è sceso al di sotto di quota 0,8 euro, mentre Intesa Sanpaolo ha violato al ribasso l’area di 1 euro. In ottica speculativa consiglierebbe di acquistare questi due titoli sui livelli attuali?

Nella maniera più assoluta no. Starei lontano dai bancari come dalla peste. Comprare un titolo in trend ribassista è un azzardo. Unicredit, a mio parere, scenderà sotto 0,7586€. Venerdì scorso eravamo in area doppio minimo senza divergenza sulla pista ciclica e questo non è un bel segnale. Assolutamente, per ora, non è da comprare.

Largo circa, lo stesso discorso vale per Intesa-SanPaolo. Al momento non vedo segnali d’inversione per cui comprare questi titoli, ai valori attuali,  mi ripeto, non ha senso. Probabilmente, quando saremo fuori da questa tempesta i bancari saranno protagonisti di una grande ripresa, ne riparleremo a tempo debito.

STM si è riportata ad un passo dai minimi dell’anno, mentre Telecom Italia si mantiene al di sotto di quota 0,8 euro. Quali indicazioni operative ci può fornire per questi due titoli?

Su Stm è chiara una bella divergenza rialzista sullìindicatore pista ciclica. Questo non è assolutamente un segnale d’acquisto ma un campanello d’allarme in merito al fatto che l’attuale trend ribassista potrebbe essere in procinto di arrestarsi. Gli scenari che si aprono sono quindi di due tipi: o parte un laterale sui minimi, oppure il titolo mette a segno un rimbalzo. Nel caso di rimbalzo, in ottica estremamente speculativa, un tentativo buy lo si potrebbe fare in caso di chiusura superiore al massimo relativo posto a 4,41€ prima oppure, per essere un po’ più tranquilli, al break out di 4,644€ Fondamentale sarà controllare i volumi di questi eventuali break out. Il segnale non deve essere preso in considerazione, infatti, in caso di volumi esigui.

La situazione tecnica di Telecom è invece molto pesante per cui al momento non vedo prospettive di rimbalzo. Meglio lasciarla al suo destino.

In ottica difensiva suggerirebbe di puntare su due titoli come Terna e Snam Rete Gas che pure di recente sono stati oggetto di vendite? Quali strategie ci può suggerire per entrambi?

Mi spiace ripetermi, veramente, ma anche in questo caso direi che non vale la pena puntare su questi titoli. Potrebbe essere che un rimbalzo, a breve ci possa essere per entrambi, ma gli scogli posti a 2,686€ per Terna e 3,42€ per Snam non credo che saranno  facilmente superati entro breve.

In caso di recuperi del mercato, quali sono i titoli che a suo avviso possono offrire maggiori soddisfazioni? A quali consiglia di guardare in particolare ora?

Oltre Stm, già citato poco sopra, terrei d’occhio anche Tenaris su cui si vede una divergenza rialzista sulla pista ciclica. Una chiusura, meglio se entro un paio di  giorni, superiore a 11,26€ concluderebbe un 1 2 3 low di Ross da sfruttare al rialzo.

______________________________
Beato l’uomo che confida nel Signore

4 Commenti Intervista per trend-online

  1. Alberto

    @Buddy: ciao Buddy, troppo gentile! un abbaccio!

    @Giorgio: ciao giorgio. Generali si trova in un area di doppio minimo corrispondente a 10,50€ circa con pista ciclica che sta iniziando a mettersi in divergenza. Visto il contesto generale del listino che pare aver voglia di rimbalzare è probabile che per ora il supporto non ceda e che il down trend primario si fermi. Non metterei in atto posizioni rialziste perchè non vedo segnali, pattern, d’inversione ma è sicuramente da seguire.

  2. giorgio

    grazie alberto. il tuo approccio, saggio ed equilibrato, è un insegnamento prezioso per un trader agli esordi come me.
    sono incuriosito dal grafico di telecom ord. tu la stai già tenendo d’ occhio?

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *