Intervista per trend-online


Ciao a tutti.
Pubblico in anteprima la consueta intervista rilasciata per il portale finanziario trend-online.
A presto!
Alberto

Dopo un avvio di settimana incoraggiante, il Ftse Mib ha subito un’inversione di rotta che lo ha spinto nuovamente ad un passo dall’area dei 14.500. Quali sono le attese per le prossime sedute?

Purtroppo, nulla di nuovo sotto il sole e così sarà finchè non usciremo dal pantano della congestione rettangolare che sta ingabbiando le quotazioni dal novembre scorso. Nel breve, brevissimo periodo, sarà fondamentale la tenuta del supporto posto a 14.400 punti per evitare di ritrovarsi in un batter d’occhio in area 14.000 punti.
Se non ci sarà una rigorosa ripresa dei bancari temo che l’approdo in tale area sarà però scontato.

Unicredit ha subito un crollo verticale dopo l’annuncio del prezzo dell’aumento di capitale, ma ha perso terreno anche Intesa Sanpaolo che pure si è difeso meglio. Quali strategie ci può suggerire per questi due titoli?

Su Unicredit direi di non fare assolutamente nulla fintantoché la’umento di capitale non sarà concluso. Intesa-SanPaolo pare invece volersi dirigere verso il supporto posto a 1,075€ Vedremo se, una volta arrivato a tale valore, si formerà un pattern d’acquisto da sfruttare. Al momento meglio non operare.

Fiat Auto si è riportato ad un passo dall’area dei 4 euro, mentre Fiat Industrial sta cercando di riconquistare i 7 euro. Consiglierebbe di acquistare questi due titoli sui livelli attuali?

Fiat auto ha un’impostazione grafica molto interessante. Potremmo essere arrivati, a livello di medio periodo, alla fine del grande ribasso partito dal gennaio scorso e non escludo che la configurazione tecnica che si sta formando dal settembre scorso possa essere una sorta di accumulazione. Nel breve periodo abbiamo minimi e massimi crescenti. Il superamento del massimo relativo posto a 4,16€ potrebbe essere sfruttato come acquisto purchè avvenga con volumi e consistenza.

Anche il trend di breve periodo di Fiat industrial è orientato al rialzo e ci sono le premesse per tentare un’operazione long. Personalmente attenderei il superamento di 7,24€ per provare un buy. Ovviamente, anche in questo caso, i volumi e la consistenza della barra di rottura sono condizioni fondamentali da verificare prima d’intervenire.

Date le attuali quotazioni del petrolio, consiglierebbe di puntare su due titoli come ENI e Saipem? Quali sono i livelli da seguire per questi due titoli ora?

Per quel che riguarda Eni un proseguo della fase rialzista del titolo è compromessa dalla forte resistenza statica posta in area 16,80€ Credo che difficilmente questo scoglia possa essere superato nel breve per cui, al momento, non interverrei in acquisto sul titolo.

Situazione delicata anche per Saipem che ha, molto recentemente, superato la propria media mobile a 200 periodi me non sta confermando il segnale. Il giorno 05 gennaio scorso s’è formato un pattern a candel ribassista, l’engulfing, che se confermato ribalterà l’attuale trend rialzista di breve. I livelli da seguire, a mio parere, sono 33,35€ perso il quale andrei al ribasso. Per un proseguo rialzista invece è fondamentale che i corsi si riportino al di sopra di 34,70€

Quali sono i titoli a cui sta guardando con maggiore interesse ora nell’ambito della sua operatività? Quali quelli che possono offrire spunti più interessanti di altri?

Seguo con attenzione Stm la cui impostazione di fondo, nel breve, è al rialzo. In caso di chiusura superiore a 5,00€ con volumi in crescita si potrebbe tentare un acquisto.

____________________________________________________
“Cari figli, anche oggi vi porto tra le mie braccia il mio figlio Gesù affinché Lui vi dia la Sua pace. Pregate figlioli e testimoniate perché in ogni cuore prevalga non la pace umana ma la pace divina che nessuno può distruggere. Questa è quella pace del cuore che Dio da a coloro che ama. Attraverso il battesimo tutti voi siete chiamati e amati in modo particolare, perciò testimoniate e pregate per essere le mie mani tese in questo mondo che anela a Dio e alla pace. Grazie per aver risposto alla mia chiamata”.
Messaggio del 25 dicembre 2011

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.