LISTINI AZIONARI: SOSTANZIALMENTE UN NULLA DI FATTO…ANCHE SE????

Salve a tutti,

come riporto sul titolo i listini azionari come S&P 500 e Dax stazionano vicino ai massimi anche se c’è da dire che le zampate dell’orso si fanno sempre più feroci, i rimbalzi successivi sembrano più i classici rimbalzi del gatto morto più che una convinzione del mercato a riprendere la via del rialzo, comunque vedremo nei prossimi giorni se questa mia view è corretta.

Osservando il grafico settimanale dell’S&P 500 si nota come il prezzo si stia avvicinando pericolosamente alla base del canale rialzista, e temo che un’eventuale rottura al ribasso possa dar via ad una correzione seria del listino.

Mini S&P500 Full1214 Future

Questa settimana analizzo anche il grafico del Silver visto che alcuni lettori mi hanno chiesto un mio pensiero e a dire il vero è da settimane che lo osservo.

Silver Full1214 Future

Si vede la rottura del supporto dei 18,00$ circa dopo alcuni mesi di lateralizzazione del prezzo, la mia operatività mi impone di non operare su questa commodities ma sicuramente osserverò se questa rottura si rivelerà falsa.

Aggiungerei anche per gli amanti delle correlazioni che potrebbe avvenire una rotazione settoriale a favore dei beni di rifugio come appunto Gold e Silver a scapito dei listini azionare visto anche l’ipervenduto di queste commodities…aspettiamo comunque il mercato perchè sarà lui a dirci cosa succederà e non certamente io!!!! 😉

Buona settimana

Ricordate di mantenere nel grafico solo ciò che serve e cioè il prezzo, tutto il resto è confusione!!!! ;)

Buon Trading!

Mail: e76man@gmail.com      Twitter: @Enrico76M

Se vi va cliccando a questo link: https://www.facebook.com/enrico.mantovani.9potete chiedermi l’amicizia su facebook!!

Vi ricordo inoltre, se non l’avete ancora fatto, di andare a visitare il sito di Traderpedia curato dal mio amico Stefano Fanton, uno dei migliori trader che conosca, in questa enciclopedia del trading potete soddisfare tutte le vostre curiosità sul trading:

http://www.traderpedia.it/

 

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.