Lo spread sui tassi anticipa il cross Eur-Usd


Cari amici lettori di doppiominimo, inizia da questa sera la pubblicazione di alcuni articoli che vengono presi pari pari dal blog intermarket  and more , ovviamente con il permesso dell’autore,dell’amico Dream Theater.
Sul blog e sul  bravissimo autore potete leggere qualcosa nell’intervista che ho pubblicato qualche tempo fa, oltrechè, naturalmente, sul suo sito direttamente.
Vi auguro una buona lettura, nella speranza che  questa nuova collaborazione possa portare benefici a tutti in termini di crescita della cultura finanziaria oltrechè avere un ulteriore strumento in mano per battere il mercato.
A presto!
Alberto

——————————————

In passato ho già detto dell’importanza del differenziale di tasso per poter analizzare i cross valutari. E anche questa volta…sarà un caso? Io non credo.
Andiamo ai fatti.
Avete visto tutti che in questi ultimi giorni il cross EUR USD è decisamente andato a favore dell’Euro che ha recuperato diverse figure.
Certo, i motivi sono di tipo tecnico, dovuti all’estremo ipervenduto ma anche alle ricoperture dello short. Ma c’è di più. E ve lo posso confermare con un grafico che vi ho creato, un grafico sovrapposto dove troverete:

 A) il cross EUD USD
B) il differenziale di tasso tra il T-Note 10 yr (governativo USA a 10 anni) e il Bund tedesco (pari scadenza)
C) il differenziale tra il tasso Euribor a 3 mesi e il tasso Libor a 3 mesi

Risultato? Chiaro come il sole.

Come potete vedere è il differenziale Bund vs T-Note che antivcipa l’inversione, poi confermata anche dall’inversione del differenziale del tasso Euribor vs Libor.
E alla fine è arrivata anche l’inversione del cross EUR USD.
A cambiare, e di molto, lo scenario è stato quindi l’ipotesi deflattiva a cui si è andati incontro dopo gli ultimi dati macro USA.
Se anche in Europa, quindi. La stessa ipotesi prenderà piede, allora sarà molto più semplice ritrovarsi con un nuovo rafforzamento del Dollaro USA.

Articolo a cura di Dream Theater del blog intermarket and more.
Link diretto

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *