Mia opinione sulle previsioni 2009


 

Copio & incollo un’arte parte dell’articolo scritto da BudFox
sul suo blog (cliccare qua per visionare la pagina del suo blog in questione)

Tra i catastrofisi, primeggia "Mister Doom", ovvero Nouriel Roubini, salito agli onori della cronaca per le sue previsioni sulla devastazione dovuta alla crisi finanziaria, non appagato, rilancia per un 2009 ancora ricco di negatività. "State cash, via da Borsa e Bond", questo è il suo motto, aggiunge, "La Recessione terminerà alla fine del 2009, e per il 2010-2011 avremo solo una timida ripresa", conclude, "la disoccupazione USA toccherà il 9%". Tremiamo, se gli riuscirà il bis, la situazione sarà tragica. Tra gli altri catastrofisti c’è chi prevede una discesa del nostro indice sotto i 10,000 (ora siamo a 19,000), speriamo che Berlusconi non legga.
E c’è chi prevede (come l’analista Yamada) una caduta dello S&P500 anche fino a 400, speriamo che OBAMA non legga. E poi c’è Bill Gross, leggenda del mercato obbligazionario che rilancia la sua previsione sul Dow Jones a quota 5,000. E’ un rilancio, perchè la stessa previsione Bill Gross la fece nel 2002, poi è successo che il Dow ha ripreso a correre fino a superare 14,000. Ora però siamo tornati sotto 9,000, ed il clima pessimistico alimenta le stime al ribasso. E’ sempre la stessa storia,
quando si sale, le previsioni vengono riviste verso l’alto, quasi non
esistesse la forza di gravità o un limite al cielo ……

Io sono sicuro di una cosa: so di non sapere.
E anche gli altri, peggio se sono dei sapientoni d.o.c con marchio universitario, 
non possono conoscere il futuro.
Parto sempre da questa base: tutte le profezie, in qualunque
settore economico, sono assolutamente inutili.
Vi faccio un esempio: quando il Petrolio era a 150$ (solo sei mesi
fà) quanti dicevano che sarebbe sceso (se uno parlava di crollo veniva portato 
subito alla neuro!) ?
Io ne ricordo solo uno!
Paolo Scaroni, amministratore delegato di Eni, che disse
che il valore del Petrolio era 60$.
Si è sbagliato anche lui. Meno degli altri (quelli che lo vedevano
a 200$ o esaurito, puff, desaparesidos ……..).
Vi invito a fare un’ulteriore considerazione: che cosa vuol dire che
il Dow Jones scenderà a 5.000?
Si, ma quando? Fra 1 mese, 1 anno, un secolo! Non è la stessa cosa? 
O no?
Qualcuno obietterà: si, ma Roubini ha azzeccato tutto!
Può darsi ma voi sapete chi è questo quì, lo avete seguito, dove scrive, 
si possono trovare analisi periodiche……
Ricordo che nel 2002 (o giù di lì) Arcucci, rettore dell’Università
di Bergamo (mica bau bau micio micio), scrisse che l’SP500,
per tutta una serie di motivazioni economiche astruse, sarebbe
sceso sicuramente a 600 (se andava bene!).
Se non si fosse verificato ciò si sarebbe spogliato di tutte le sue 
onorificenze universitarie.
L’SP500 era a 1.100 (o giù di lì) ed è arrivato a 1.550.
In quel periodo il docente ha passato un lungo periodo di letargo.
Si è risvegliato negli ultimi mesi tirando fuori il vecchio "io l’avevo detto"!.
Come direbbe Grillo: "ma vafffff…….."

Buon 2009 a tutti.

My son yesterday hit his 4 year old sister in the ear
isabel marant sneakers What Is the Job of a Fashion Journalist

you are joking
wandtattooWhy Chanel Perfume Is So Desirable
woolrich parka

4 Commenti Mia opinione sulle previsioni 2009

  1. Paolino

    E’ vero anche che a inizio del 2008 Roubini intervistato dal corriere della sera disse che i mercati sarebbero scesi per tutto l’anno e così è stato in effetti…ancora oggi è evidente che manca agli indici mondiali un’ultima ondata di ribassi…nella crisi del 2000 ben meno grave di questa l’eurostoxx perse il 67% ora siamo al 50% circa di ribasso probabile non si abbia ancora toccato il fondo…non so quando avverrà maggio o luglio oppure agosto so solo che succederà..cordiali saluti.

  2. Paolino

    Non è solo per speculare che le ho scritto questo commento è che sia il neopresidente eletto Obama e sia Roubini hanno affermato che la situazione dovrà peggiorare prima di riprendersi lentamente tutto può succedere ma che sia finita qui non credo proprio.Cordiali saluti.

Commenti chiusi