Monitor azioni Italia dal 23 al 27 marzo


Il nostro Spmib40 si scontra con la ribassista dinamica di medio periodo passante, guarda caso, dall’area 15000 punti chiudendo il gap down lasciando aperto il 02 marzo scorso.
E’ stata una galoppata che, senza sosta degna di tal nome, ha fatto recuperare all’indice un bel 18,45% circa dai minimi del 09 marzo grazie, fondamentalmente,  al recupero dei bancari.
Francamente mi pare tantino e una piccola sosta, a mio parere, adesso ci sta…
Se zoomiamo un pò il gafico notiamo chiaramente che la barra di giovedì scorso è una shooting star (se la leggiamo con la tecnica delle candele giapponesi) non confermata, peraltro, con la barra di venerdì.

Quindi: tutto bene se l’indice dovesse ritracciare un pò ma mantenersi, quanto meno, sopra il livello del supporto posto a 13700 punti circa, perchè questo potrebbe consentire una risalita più graduale e il formarsi di un nuovo trend rialzista di tipo tradizionale con massimi e minimi crescenti.
Altrettanto positiva un superamento di slancio di 15300 punti indice che dovrebbe farci approdare fino ad area 16200 (dove potremmo chiudere il secondo gap ribassista lasciato aperto il 20 febbraio scorso) mentre negativo il cedimento del suddetto supporto che potrebbe farci tornare come ridere verso il baratro dei 13000 punti perchè, non che servisse, ma abbiamo visto con mano in questi mesi quanto siano violente e velocissime le discese mentre quanta pazienza ci voglia per risalire un pò la china.

Il bund rimbalza dal supporto posto a 122 punti e resta incastrato nella mega congestione laterale tra 122 e 126 con l’intenzione, sembrerebbe, di voler andare a testare la parte alta del canale.

Per quel che riguarda i singoli titoli:

Minimi rialzisti e massimi allineati per Fondiaria-Sai che si trova sul supporto posto in area 8,00 e pista ciclica in divergenza rialzista.
A mio parere, si potrebbe tentare un acquisto in caso di chiusura confermata in close di 8,68€

Molto interessante la divergenza sulla pista ciclica relativa al titolo Espresso rispetto all’andamento del grafico dei prezzi. Il titolo pare reagire al supporto posto a 0,58€ e il notevole aumento di volumi registrato nelle ultime sedute mi fa pensare ad un possibile ritorno d’interesse sul titolo da parte dei longer. Lo scenario che mi sto facendo è il concretizzarsi di un doppio minimo per cui andrei in acquisto con un ordine condizionato a 0,648€ stop e stop loss solo sotto 0,58€
In caso di conferma del trade lo seguiremo cammin facendo.

1 2 3 low di Ross completato su Terna che supera di slancio il punto due con una andela esplosiva dal punto di vista ella voltilitù giornaliera.
Tecnicamente saenne un buy ma personalmente ritengo che la piccola resistenza posta a 2,41€ possa rompere un pò le scatole almeno nel breve. 
Per questo motivo tenterei un acquisto stop a 2,42€ con stop loss sotto 2,385€

Segnalo quesato trade sulla base di un tecnica di Ross con l’utilizzo delle Bollingers bands che sto studiando in questo periodo per cui, prendetelo un pò con le pinze, perchè non l’ho testato moltissimo sul campo.
Caso mai vedessi che le cose vanno bene spiegherò il setup di questa tecnica elaborata dal caro e vecchio Joe.
Dicevamo: buy stop a 6,22€ su Credito Valtellinese.
Se eseguiti, ci aggiorneremo con lo stop.

Segnalo l’engulfing bullish su Saras che reagisce con ottimi volumi e (microscopica) divergenza rialzista sulla pista ciclica originando un segnale d’acquisto.
Ci proverei con buy limit a 1,96€ e stop loss solo sotto 1,843€

Vi auguro di cuore una santa settimana e un buon trading!
Alberto

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *