Monitor azioni Italia dal 31 gennaio al 04 febbraio


Il nostro Spmib40 entra un’altra volta in congestione.
Congestione di breve periodo, certo, però con l’ottava appena conclusa si esaurisce la spinta rialzista generata dalla fuoriuscita dalla mega congestione rettangolare del 19 gennaio scorso e i livelli da monitorare molto attentamente ora diventano la resistenza posta a 22440 punti e il supporto posto a 21866 perso il quale c’è subito l’ex-resistenza. Ora supporto, della congestione di medio citatata poco sopra passante in area 21600.
Come scrivevo la scorsa settimana, un consolidamento sui massimi di periodo era comunque auspicabile. Un po’ per smaltire gli acquisti fatti recentemente, un po’ per originare un trend che non fosse eccessivamente ripido. E’ bene infatti che un trend, per durare a lungo, non sia eccessivamente inclinato e abbia una progressione “dolce e lineare”.
Vedremo comunque cosa ci riserverà il futuro.

 Sinistri scricchiolii provengono invece dal Nasdaq il quale mette a segno due massimi decrescenti e chiude esattamente in area minimio relativo precedente a 2687.
Se dovesse perdere tale livello il trend di breve gira al ribasso. Direi di mantenere monitorato tale livello con molta attenzione.

A livello di singoli nel paniere principale non vedo grandi opportunità d’acquisto.
Metterei a monitor Prysmian che sta congestionando sui massimi di periodo e che se dovesse chiudere sopra 15,12€ si potrebbe acquistare.

Molto interessante anche Unipol che è a ridosso della resistenza di brevissimo periodo passante in area 0,534€
Se dovesse chiudure al di sopra di tale area scatta il segnale d’acquisto.

Tra i titoli a minor capitalizzazione si può tentare un acquisto su Trevi che dopo aver breccato al rialzo 10,97€ il giorno 27 gennaio va in buy.
Ci proverei con buy limit a 11,34€ e stop loss a 10,95€

Vi auguro di cuore un buon trading e una santa settimana.

Alberto

1 Commento Monitor azioni Italia dal 31 gennaio al 04 febbraio

  1. Daniele

    Siamo arrivati a ridosso della trendline discendente che parte dai massimi di fine 2010 inizio 2011.
    Gli ultimi due massimi daily raggiunti segnano una divergenza con l’RSI.

    Nasdaq e SP500 già sembrano pronti a correggere.

    Insomma ci siamo, stiamo per ripiegare.
    Se teniamo i livelli indicati da Alberto nel suo sempre accorto report, allora sarà occasione per rientrare e prendere un’onda che dovrebbe essere bella lunga e potrebbe portarci alle stelle.

    Nel caso dovessimo cedere 21600 rientriamo nel canale orizzontale, che pensavamop di aver abbandonato.

    Siamo comunque pronti a farci sorprendere dal Mercato, come lui solo sa fare 🙂 🙂 🙂

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *