opa su Bonifiche Ferraresi


copio e incollo quanto scritto sul Corriere.it:

“Grano, mais, riso, mele, pere. Non è che c’ entrino molto con l’ attività della Banca
d’ Italia. Che dagli anni ‘ 40, però, è la maggiore azionista delle Bonifiche Ferraresi,
società agricola di lunga tradizione, su cui circolano periodicamente voci di cessione.
Che adesso sono confermate.
Palazzo Koch ha deciso di vendere la partecipazione di maggioranza per «razionalizzare
il portafoglio finanziario» e permettere alla società «ulteriori opportunità di sviluppo».
Le opportunità sono legate alle energie rinnovabili, in particolare al fotovoltaico, in cui
le Bonifiche Ferraresi hanno già investito 700 mila euro per allacciare alla rete Enel 1.500
metri quadri di capannoni attrezzati con pannelli. In programma c’ è anche la realizzazione
di un enorme parco fotovoltaico da 64 megawatt su 190 ettari della tenuta di Jolanda di
Savoia, progettato da Edf. Renderà 6-7 volte di più dei 600-700 euro di un ettaro coltivato.
La cessione della quota detenuta dalla Banca d’ Italia, il 62,4%, che ai prezzi di Borsa vale
circa 67 milioni, avverrà tramite un’ asta e il compratore dovrà poi lanciare un’ Opa sul
rimanente capitale.

http://www.meglioli.biz

a bright yellow would work
CX20 Quality Bags at Affordable Prices

revenue was down 13
valentino studded heelsAll Is Not Doom and Gloom for Tankers
woolrich parka