Prysmian


Direi che val la pena fare un’autopsia al grafico giornaliero di Prysmian (PRY) perché potremmo essere molto vicini ad un punto di svolta. Al ribasso, però!

Lo interpreto così:

  • attorno a 18/19€ c’è stato un classico movimento di DISTRIBUZIONE “on top”; ricordo che qualche collega l’aveva rappresentato come una rarissima figura a forma di DIAMANTE. A mio parere, più semplicemente, c’è stato un ampio movimento di trading range tra 18€ e 19€ con diverse “sbavature” sopra e sotto. Cambia poco: il risultato è stata la fine del trend rialzista partito da 10€.
  • con la discesa sotto 17€ è iniziato un chiaro trend ribassista che, tra i soliti alti e bassi, ha riportato le quotazioni fino all’ultimo minimo relativo (12,34€);
  • da 12,34€ è partito un discreto recupero ma, fino a prova contraria, si tratta di un semplice rimbalzo all’interno di un trend primario sempre ribassista;
  • attorno a 15,5€, infatti, si sta formando quello che Dave Landry chiama un CAPPELLO da STREGA: in pratica un DOPPIO MASSIMO all’interno di un trend “bearish” anziché “bullish”;
  • se i prezzi non riusciranno a superare 16€ e poi torneranno sotto 15€ significa che l’analisi è corretta e la tendenza ribassista sta riprendendo vigore;
  • l’eventuale (successiva) discesa sotto 14€ (prima) e 12,25€ (poi) riporteranno le quotazioni del titolo ancora più in basso (verso 10€ ?).

http://www.meglioli.biz0122pry

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *