Report 20 Aprile 2011

Dopo il violento sell-off avvenuto lunedì dove sono stati massacrati i listini azionari a scapito del reddito fisso e materie prime in particolare oro e argento, i listini nella giornata di ieri si sono presi una pausa di riflessione recuperando leggermante le perdite con rialzi che vanno dal 0.50% al 0.80% il tutto con volumi in calo. La mia attenzione comunque è orientata ancora una volta ai settori perchè come accennavo nel report settimanale (vedi “strategie operative per la settimana del 18 Aprile”) la mia view rimane lateral-ribassista più sbilanciata verso la negatività. In effetti troviamo quella rotazione settoriale a favore dei difensivi piuttosto che ciclici e finanziari il quale dovrebbero segnalare ancora debolezza sui listini. 

Si vede bene dalle frecce in blu in basso al grafico come la forza relativa rispetto allo STOXX 50 stia puntando in alto con forza.

Analizzando il nostro futures FTSE Mib abbiamo l’ ultimo supporto valido posto in area 20.700 il quale vista la consistenza dei volumi scambiati nella discesa di Marzo lo rende particolarmente forte ma se dovesse superarlo farebbe scattare un sacco di stop che proieterebbe velocemente i corsi della discesa prima in area 20.000 e successivamente in area 19.000 punti.

Molto più forti i futures Americani e ora nel momento in cui scrivo li troviamo a ridosso della resistenza 1318 per S&P 500 da dove era partita la discesa lunedì.

Stamattina mi aspetto una partenza positiva per i nostri indici visto anche la buona impostazione dei mercati Asiatici con guadagni attorno ai 2 punti percentuali, ma controlleremo le chiusure stasera per capire quali strategie prendere.

Per un’ eventuale entrata short sto monitorando MEDIASET dove attualmente si trova su un supporto fondamentale posto in area 4.26€ -4.25€ e UNICREDIT, ma scriverò i dettagli qualora entrassi in posizione.

Buona giornata e buon Trading!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.