Risposte su Saipem, Landi Renzo


Un lettore chiede in merito a Saipem: “cos’è secondo te, qualcosa di strutturale o un fulmine a ciel sereno del tipo che venerdì è di nuovo a + 20% ?”.

Un nostro collega ha spiegato in maniera molto chiara che occorre operare con le probabilità a favore e, quindi, seguendo la tendenza.

Chi non lo fà, sottolinea, dovrebbe essere preso a calci nel punto B.

Domanda: in questo momento c’è qualche dubbio sul fatto che Saipem è nettamente al ribasso? Direi di no.

Può  rimbalzare del 20% da quì a domani? Certamente, nessuno lo può escludere. Ma se lei condivide quanto appena scritto ………

E’ strutturale? Tutte le tendenze spingono al ribasso: sì.

 

Non è detto che scenderà fin lì (e io non lo scriverò mai !) ma il primo supporto degno di nota è 10€.

Un altro: “oggi con Saipem è successo qualcosa che non ha precedenti, senza mezzi termini ” c’e scappato il morto perchè perdere il 40% su un titolo solido come Saipem  è drammatico! Ma che probabilità c’è che avvenga su altri titoli come Fiat, Mediaset, Telecom , Unicredit ecc . La domanda precisa è: è un caso o qualcuno ha scoperto qualche nuovo strumento/metodo per abbattere i titoli e fare soldi  con il  daytrading in funzione della tobin tax? Con una volatilità del genere i rischi sono troppo alti… prima Seat adesso Saipem e poi ??”

 

Nell’articolo del 18/1 (prevedere o guadagnare?) è già scritto tutto: copiatelo perché domani verrà cancellato per sempre! Lei preferisce guadagnare oppure maledire il mondo per quello che succede? Io non ho dubbi! In particolare: le probabilità che Saipem potesse crollare erano elevate (vedi indicatore Marty e l’analisi redatta in tempi non sospetti).

I pochi che l’hanno letta non ci hanno creduto? Non so che farci.

L’ultima questione: se lei compra un’azione, compra un pezzettino di un’azienda. Se questa, anziché guadagnare, perde soldi e magari è indebitata al massimo (Seat è soltanto un esempio che capita a fagiolo) come può pensare che non crollerà miseramente? Volatilità, daytrading e Tobin tax non c’entrano una beata mazza.

Prima del 2000 e dell’inizio dell’attività di trading via telematica, le azioni venivano scambiate con una commissione del 7 x mille all’andata e pure al ritorno. E non è mai morto nessuno.

La Tobin Tax allo 0,12% è una puntura di spillo rispetto ad allora.

0131lr

Un altro su Landi Renzo: “pensa che abbia terminato il suo trend rialzista…oppure è solo un rifiato….”.

Landi Renzo sta lentamente svoltando verso l’alto e il BREAK-OUT >1,5€ è stata una prima importante conferma.

Se (quando) riuscirà a superare l’ultimo massimo relativo (1,693€) si concretizzerà un altro elemento a favore.

Per ora, quindi, è importante la tenuta del supporto nei pressi di 1,49€ altrimenti lo scenario rialzista che sta nascendo potrebbe “perire” prima del previsto.

 

http://www.meglioli.biz

Even though they should all be thrilled
lous vuitton speedy How Do You Love The Work You Do

browner guys are gonna fall into the warm category
Iphone 6 Plus CasesIs ‘denim on denim’ a fashion faux pas
woolrich parka

2 Commenti Risposte su Saipem, Landi Renzo

  1. giorgio

    ho letto che ieri la CONSOB ha vietato lo short selling su SAIPEM. si è formato un blast off ?

Commenti chiusi