Ritmo alto a Wall Street, ma per quanto ancora?


Dall’analisi del time frame settimanale sull’S&P500 emerge chiaramente la forza del trend rialzista, capace di portare il mercato ad un +3,8% solo negli ultimi due mesi.

A livello grafico congiungendo i minimi settimanali degli ultimi due mesi si ottiene una trendline dalla pendenza piuttosto pronunciata, che pone più di un dubbio sulla tenuta del trend attuale di salita nel lungo periodo.

Non stiamo affermando che ci aspettiamo un’inversione della tendenza principale, ma bensì un rallentamento del trend attuale.

L’analisi tecnica ci dice in generale maggiore è la pendenza di una trendline e minori sono le possibilità che essa tenga nel lungo periodo.

Per questo motivo l’idea operativa è di tracciare una trendline passante per i massimi della fase di salita primaverile, caratterizzata da un andamento decisamente più sostenibile, cercando occasione di acquisto qualora il mercato dovesse ritracciare andando a testare i livelli dinamici identificati da tale trendline.

Al livello attuale tale supporto dinamico si posiziona in area 2.535, ma proprio perché dinamico i valori sono destinati a modificarsi nel tempo.

Ripetiamo che attendiamo un ritracciamento del mercato non per cercare livelli di entrata dal lato delle vendite, bensì per cercare occasioni di acquisto più a buon mercato sui supporti, essendo il trend di fondo stabilmente rialzista.

Per ciò che riguarda gli obiettivi di salita, dall’analisi statistica un ragionevole target può essere posizionato in area 2.610 punti.

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *