Scopri cosa ho scoperto su Azimut !


Il 15 Gennaio 2018 Azimut ha comunicato che avrebbe distribuito un dividendo di 2€. Immediata la reazione del mercato: +12%! Il giorno dopo ha toccato 19,46€ e da lì è iniziata una discesa che non è ancora finita!

Cos’è successo? Io non posso certamente rispondere ma chi ha letto il mio Mini E-Book Perché” sapeva certamente come ci si deve comportare (consiglio sempre la rilettura; è di 1 pagina ed è un minuto molto ben investito che vi servirà per tutta la vita !). In quel periodo ho sottolineato due cose:

–         un segnale ribassista sotto 17€;

–         come il supporto più importante fosse nei pressi di 12,5€ (e sono stato troppo poco pessimista!).

Quest’ultimo livello è stato rotto (Venerdì ha toccato 11,285€) ma, vista la sua importanza, potrebbe anche rivelarsi uno dei tantissimi FALSI break down! Fosse così, avrebbe implicazioni nettamente positive per il futuro.

Dal punto di vista tecnico: ritengo che sia indispensabile monitorare questo titolo per un’eventuale entrata al rialzo come INVESTIMENTO di MEDIO periodo ma è ancora troppo presto per individuare una valida strategia. Meglio sedersi lungo il fiume ed aspettare. Non serve “otimismo”, come diceva quel tale, ma prendo a prestito le parole di Mr Sacchi: “ci vuole pasienza, oc e bus del cul!”.

Dal punto di vista FONDAMENTALE, vi segnalo i dati più importanti del bilancio:

RICAVI: 811 milioni;

UTILE NETTO: 215 milioni (+25% rispetto a 172€ del 2016);

CAPITALIZZAZIONE di BORSA al 19/10/18: 1,6 miliardi;

PATRIMONIO NETTO: 627 milioni (pari a 4,8€ per azione);

UTILE / FATTURATO (ROS -return on sale): 26,5%;

UTILE / MEZZI PROPRI (ROE -return on equity): 34,2%;

PREZZO/UTILE (P/E -price/earnings):  7,4;

PREZZO/VALORE DI LIBRO: 2,5;

ULTIMO DIVIDENDO LORDO: 2€ (pagato metà in contanti, metà in azioni);

il 20/4 ho spiegato perché non avrei distribuito alcun dividendo.
RENDIMENTO DEL DIVIDENDO: 16,6% lordo (se rimarrà di tale importo).

Con questi dati la società continua ad avere un’ECCEZIONALE redditività aziendale (ed è la cosa importante!) ed è assolutamente SOTTOVALUTATA rispetto alle quotazioni di borsa (lo era anche a 19€; non vuol dire che non possa scendere ancora!).

Perché le quotazioni sono scese ? Non posso saperlo. Può darsi che chi ha spinto i prezzi verso il basso sappia qualcosa (di negativo) che noi poveri mortali conosceremo soltanto fuori tempo massimo. Ma sono le solite chiacchiere da bar.

Sapendo che è un’ottima azienda, ed è già un bel punto di partenza, aspetto un segnale tecnico rialzista per salire in groppa.

Per maggiori informazioni, questo è il link al bilancio 2017  (vi anticipo che è scritto con un colore illeggibile!).

http://www.megliolitrading.it

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *