Stoppato in sostanziale pareggio lo short aperto, cerco di capirci qualcosa


Uno degli adagi di borsa più conosciuti e peni di buon senso recita: “evitare che un gain si trasformi in perdita”.
Ebbene, non mi è successo, per carità, certo è che avere una posizione aperta nel senso preventivato con un gain virtuale del 12% e vedersela chiusa in pareggio la dice lunga su quanto male ho gestito il trade.
Morale: dovevo alzare lo stop almeno per salvaguardare il guadagno ad +6%, invece sono stato ingordo, sciocco e poco disciplinato. Risultato: il mercato s’è fatto beffa di me ed ha fatto stra-bene.
Vediamo ora di capire cosa cavolo stia succedendo.
Grafico alla mano mettiamo i punti fermi:

– partiamo dal trend di medio: è saldamente ribassista. I tre massimi decrescenti  partiti dal 16 ottobre scorso sono molto chiari e non lasciano adito a dubbi. Andiamo avanti.

– il 16 aprile scorso c’è stata una violentissima accelerazione ribassista che ha portato l’indice a sondare il minimo posto a 18382 il 25 maggio scorso

– a partire da tale data è iniziato un trend rialzista di breve periodo che ha ha avuto la caratteristica di vedere ingabbiati i corsi in una congestione che io leggo come “triangolare” ma che può benissimo essere vista come rettangolare (tanto il senso non cambia minimamente) che è stata rotta il 27 luglio con una bella candela da +1,62%

A mio parere la chiave di lettura sta proprio qua.
A seguito di questo break-out mi sarei aspettato una violenta partenza rialzista. In pratica, la congestione triangolare la cui  dinamica ribassista ho colorato di rosso, è rotta al rialzo e questo dovrebbe portare ad un bell’allungo che potrebbe sfociare in un’inversione di tendenza anche nel medio. Invece che succede?
L’allungo s’impalla subito dopo. Area 21600 si contrappone alla forza dei rialzisti (e la media mobile a 200 giorni, verde trattegiata, fa il suo onesto lavoro) e si torna dentro la ribassista rossa.
Discesa fino a 19390 e rimbalzo.
Perchè rimbalzo? Perchè sembrerebbe che la dinamica di breve (sempre quella rossa) abbia di nuovo arrestato le forze rialziste.
Oltrettutto il movimento attuale potrebbe essere un perfetto pull back  partito dai minimi sopracitati, 19390

Cosa mi apsetto quindi?
Direi  un ulteriore affondo ribassista.
Fino a dove però non mi sbilancio. Mi verrebbe da dire quanto meno fino ai soliti 19390 ma c’è da fare i conti con la dinamica rialzista blu che passa poco sopra 20100.
Se rompiamo anche quella è probabile che il target detto poco sopra venga raggiunto.
Personalmente ho riaperto la posizione short già ieri sra (lunedi 06) poco prima della chiusura.

Come al solito, io speriamo che me la cavo!

A presto!
Alberto 

_________________________________________________
Ama fortemente Gesù, Lui ti trasformerà e ti assicurerà a sè

2 Commenti Stoppato in sostanziale pareggio lo short aperto, cerco di capirci qualcosa

  1. Daniele

    Nonostante io attvi sempre i trailing stop quando entro in gain, proteggere il profitto è altrettanto difficile che difendersi dalle perdite.
    Un vecchio adagio dice, sempre con l’estrema saggezza del senno di poi : Vendi, guadagna e pèntiti.
    Qualunque sia il risultato delle vendite c’è sempre quel pizzico di rimpianto per aver venduto troppo presto o troppo tardi, perchè l’operazione perfetta è l’obiettivo degli sciocchi.
    Come ricorda Alberto, è la disciplina che fa la differenza sul bilancio di fine anno. Chi opera facendo deroghe continue alle regole auto-imposte è destinato a rimetterci.
    Avanti col mercato…
    La fase è laterale, terreno per mordi e fuggi con tempi d’azione tempestivi che purtroppo mal si adatta a chi, come me, non sta davanti ai terminali.
    Prendere al volo le fiammate direzionali è un gioco di prestigio per fachiri e mangiafuoco. PEr evitare di scottarmi di brutto per ora sto alla finestra.
    E’ solo questione di pazienza, dal diagramma di Alberto si vede molto bene come le trendline stiano per chiudersi e quello sarà il momento della verità.
    Certo il testa-spalle in formazione, a cui manca solo la discesa che completi la spala destra, non promette niente di buono.
    Allo stesso modo i volumi che sono in calo quando si sale e aumentano quando si scende, lasciano intendere che gli umori degli operatori siano piuttosto ribassisti.
    Gli altri indici sono tutti più o meno nelle stesse condizioni e, vista la reazione di ieri di Wall Street dopo l’annuncio del piano straordinario per le infrastrutture di Obama, temo il peggio.
    L’unico lume di speranza è il DAX, che nonostante tutto e tutti continua ad avere un trend moderatamente positivo, anche se basterebbe un affondo negativo per provocare la Death Cross.
    Questo sarebbe per me il segnale definitivo che la direzione futura è verso il basso.

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *