STRATEGIE OPERATIVE PER LA SETTIMANA DEL 1 AGOSTO 2011


La settimana appena trascorsa per i listini azionari è stata davvero molto pesante riperdendo tutto quello di buono che si era fatto finora.

Ora i listini stanno mettendo sotto pressione dei livelli di supporto fondamentali ma a mio modo di vedere non bisogna perdere la calma e cercare di leggere quello che ci stanno dicendo i grafici ed ora proviamo ad iniziare proprio dall’ S&P 500.

Mi concentrerei sull’analisi del grafico daily visto che noto delle cose interessanti e sopratutto si vede come il prezzo abbia in prima battuta bucato il supporto importante posto in area di 1.290 punti per poi avere una reazione molto forte sviluppata dai molti volumi scambiati segno che qualcuno di grosso lì a comprato, comunque staremo a vedere nel proseguo della settimana entrante.

Nel grafico ho contrassegnato con dei cerchi rossi i volumi che aumentano sensibilmente originando quelle candele di reazione che spiegavo prima dando frutto ad un movimento rialzista.Dal lato degli indicatori non ci segnalano niente di buono visto l’impostazione ribassista che hanno, comunque la cosa più importante da analizzare è il prezzo e i volumi poi gli indicatori.

Le prime resistenze importanti per l’ S&P 500 sono 1.300 poi 1.310 ed infine 1.330 invece i supporti fondamentali da non rompere per garantire il trend rialzista di lungo sono 1.260 – 1.240.

Analizziamo ora il nostro futures italiano partendo dal grafico weekly

Si vede molto bene l’importanza del supporto di area 18.000 punti, anche qua troviamo volumi in aumento sulle candele di reazione al movimento ribassista in atto, dal lato degli indicatori troviamo lo Stocastico in divergenza rialzista nella zona di ipervenduto il quale mi fa ben sperare per un’eventuale costruzione di una base di ripartenza.

Dal grafico daily le cose importanti da segnalare sono i volumi che all’ inizio del movimento ribassista iniziato lunedì diminuivano rispetto alle sessioni di recupero delle ultime due giornate di ottava nel quale i volumi aumentavano sopra la media di per se molto alta.

L’ altra cosa che nota sono i recenti movimenti ribassisti sempre più lontani dalla banda inferiore delle Bande di Bollinger dove segnalano volatilità in dimuzione e di conseguenza potrebbe essere la fine della spinta ribassista.

Passiamo ora all’ analisi del Bund Tedesco dove mantiene un’ impostazione rialzista molto forte e sembrerebbe non dar scampo ad un recupero dei listini azionari però ci sono dei segnali che mi rendono cauto su questi continui rialzi.

Dal grafico settimanale si possono notare dei segnali di divergenza che potrebbero rallentare la salita, prima di tutto i volumi in diminuzione che in caso di un’ eventuale ritracciamento non riuscirebbero a fermare la discesa, poi il prezzo vicino alla resistenza posta in area 131.00 – 132.20 punti formando un doppiomassimo ed ultima considerazione troviamo uno Stocastico in divergenza ribassista sulla zona di ipervenduto.

Nel grafico daily conferma quanto scritto prima e si nota bene come la media dei volumi scambiati stia diminuendo nella salita.

Diamo ora uno sguardo ai settori.

Il settore Bancario fondamentale per un recupero dei listini sembra tenere l’ importante supporto di 166 punti, lo Stocastico si trova in divergenza rialzista nella zona d’ ipervenduto, da notare anche una piccola divergenza sulla Forza relativa rispetto all’ indice Stoxx 600 nettamente più visibile sul grafico daily, potrebbero essere indizi su una possibile rotazione settoriale rispetto ai settori difensivi più performanti fino ad ora.Sotto metto due grafici dei settori difensivi con nette divergenze ribassiste di Stocastico, MACD e Forza relativa che lascerebbero pensare ad una fase distributiva ma vedremo nel tempo se questa view è corretta.

Posto ora l’ analisi dell’ Oro bene rifugio per eccellenza dove è bene monitorare il movimento perchè una sua correzione potrebbe essere d’ aiuto ai mercati dell’ equity.

La materia prima continua a fare nuovi massimi segno dell’ incertezza che regna sovrana sui mercati azionari ma il movimento potrebbe andare incontro ad una pausa visto che i principali indicatori sono molto carichi nella zona di iperacquisto, il prezzo è ben lontano dalla banda superiore di Bollinger ed infine sembra che faccia fatica a staccarsi dalla trend inferiore che forma il canale rialzista a supporto di questo movimento.

A fine di questo report vi confido che la mia view è più propensa per un rimbalzo dei listini comunque staremo a vedere nella settimana entrante.

Buona giornata e buon Trading!

3 Commenti STRATEGIE OPERATIVE PER LA SETTIMANA DEL 1 AGOSTO 2011

  1. andrea barman udine

    grande ENRICO….sempre limpida la tua analisi…io avevo anticipato il tutto prendendo un pò di ETF LEVERAGED FTSE MIB,ma ho sbagliato il timing e sono sotto di 1,5 euro…pazienza…aspettiamo che in america risolvano un pò di beghe,che arrivi il 2 agosto,che le stime del pil italiano (5 agosto) siano positive e forse un rimbalzo agostiano sarà servito sul piatto d’argento….domanda:troppo ottimismo?nn credo…siamo agli stra-minimi,e nn credo si possa scendere all’infinito….buona domenica!!!
    andrea

  2. claudio

    Per questa settimana entrante sul ftse mib futures,sopra i 18625 long,con probabile rimbalzo fino a 19500.

  3. Enrico

    Per Claudio
    non so se mi hai fatto una domanda o è un livello che dai, comunque sì la strategia mi sembra giusta solo che ora i mercati potrebbero aprire con un forte gap up visto la notizia arrivata dall’ America nella notte.
    La chiusura del trade però si potrebbe fare anche prima e cioè a 19.405 dove risulta essere un gap down ancora aperto.

    Per Andrea
    sempre molto gentile con i complimenti…penso che se molti investitori andassero a chiudere le loro posizione ancora short della strada ne possa fare il nostro listino….speriamo!!

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *