STRATEGIE OPERATIVE PER LA SETTIMANA DEL 10 OTTOBRE 2011


Nel report precedente segnalavo come fosse importante la tenuta del livello 1.100 – 1.070 punti di S&P 500 e come un’ eventuale rottura avrebbe fatto scattare il segnale short, invece da quel supporto il mercato ha messo a segno un forte recupero con volumi in crescita dimostrandone l’ importanza. Questo segnala che la mano primaria sta difendendo quel livello ed un’ eventuale risalita del mercato oltre 1.220 punti potrebbe far ripartire le quotazione del mercato azionario.

Analizzando il grafico daily del Bund troviamo il prezzo che sta mettendo sotto pressione il supporto posto in area 135.00 – 134.00 punti dove un’ eventuale rottura confermata in chiusura potrebbe aiutare la risalita dei mercati azionari.

Attenzione perchè  l’ indicatore A/D ha leggermente perforato la trend ascendente che ha supportato tutto il movimento rialzista dell’ indice dove sembrerebbe imminente una sua rottura. A fianco del Bund ho voluto mettere un grafico del T-Note a 5 anni dove si nota che la rottura del trading range è già avvenuto, comunque non anticipiamo i tempi ma teniamoli sotto controllo.

Analizzando i grafici delle materie prime troviamo sia il Crud oil e il Copper che sembrano aver creato un bottom rispettivamente a 75$ e 3$ visto che questi mercati sono correlati tra loro e con quelli azionari questo potrebbe far ben sperare.

Discorso a parte per il Gold che a differenza degli altri due grafici sembra piu’ una pausa della discesa visto i volumi in diminuzione in questo recupero, attenzione ad un’ eventuale rottura della trend ascendente partita dai minimi di periodo che potrebbe avvalorare l’ ipotesi di una salita dei mercati azionari.

La tenuta di 1.100 – 1.070 punti di S&P 500 è molto importante visto che i mercati potrebbero aver creato un minimo, però per avere un’ inversione di trend bisognerà rompere con forza la resistenza di 1.200 – 1.220 punti.

Buona giornata e buon Trading!

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *