STRATEGIE OPERATIVE PER LA SETTIMANA DEL 11 LUGLIO


Tolto il nostro FtseMib dove la settimana scorsa ha avuto una battuta d’ arresto violentissima gli altri indici invece hanno consolidato sui massimi i guadagni ottenuti alla fine di Giugno.

Analizzando il grafico settimanale dell’ S&P 500 vediamo come questa settimana i prezzi hanno consolidato sui massimi, gli istogrammi del MACD si stanno scaricando segnalando la fine della spinta ribassista, anche lo stocastico conferma questa visione visto che si sta allontanando dalla zona di ipervenduto con forza, perciò in questa settimana è da fare attenzione alla resistenza posta in area 1.365 – 1.375 per eventuali operazioni long e il supporto di 1.328 il quale se violato potrebbe negare questo rialzo e intraprendere di nuovo la via del ribasso.

Analizzando invece il grafico daily troviamo il prezzo in zona di iperacquisto con il MACD che si sta scaricando, non è detto che essendo in iperacquisto il mercato debba scendere per forza ma potrebbe anche rimanere in trading range per alcuni giorni prima di prendere la sua direzione.

Situazione totalmente diversa per quanto riguarda il nostro indice dove il mercato è arrivato a testare di nuovo il supporto di 19.000 punti formando un doppiominimo, ma personalmente in questo momento non me la sento di catalogarlo come pattern d’ inversione visto che anche dagli indicatori non ci sono segnali di possibile fine movimento.Farei attenzione in settimana l’ eventuale rottura del supporto citato prima perchè in quel caso il listino potrebbe arrivare tranquillamente a testare l’ area dei 18.000 punti.

Analizziamo ora il Bund il quale si trova di nuovo a testare la resistenza granitica di area 127.60 punti che corrisponde anche al 50% di ritracciamento di Fibonacci partito dai massimi e dove nel report precedente segnalavo questa resistenza visto le ripetute volte che il prezzo ha sentito quel valore.

Settimanalmente il Bund ha avuto una reazione rialzista davvero molto forte confermato anche dalla chiusura sui massimi, azzerando tutte le perdite precedenti, dal lato degli indicatori troviamo lo Stocastico in zona di iperacquisto e in divergenza ribassista col prezzo, con l’ istogramma del MACD che si sta leggermente contraendo.

Gli indicatori del grafico daily ci stanno dicendo un’ altra cosa e cioè che il Bund sembra avere ancora della forza per poter salire visto che lo Stocastico sta virando velocemente al rialzo e il MACD sta tagliando al rialzo la linea del segnale, dunque farei attenzione al livello di 127.60 per vedere se ancora una volta riesce a respinge il prezzo per dare più credibilità al rialzo dell’ equity.

Analizzando i cross valutari terrei controllato il cambio USD/CAD inversamente correlato con le borse azionarie, dal grafico weekly vediamo come la resistenza di 0.9900 abbia respinto ancora una volta il prezzo e dagli indicatori impostati al ribasso sembra che il movimento possa continuare fino al supporto 0.9450. Giornalmente terrei controllato il supporto di 0.9570 dove un’ eventuale rottura favorirebbe un recupero dell’ equity, come resistenza indico 0.9670 – 0.9700 ma una volta rotto questo livello troviamo un’ altra resistenza formata dal trading range iniziato a metà Maggio. Dagli indicatori troviamo uno Stocastico in ipervenduto che potrebbe fermare per il momento la discesa del prezzo ma di contro un MACD impostato con forza al ribasso che mi lascia propendere per un’ eventuale rottura del livello citato prima.

Analizziamo ora qualche materia prima dove possiamo eventualmente sfruttare il movimento tramite ETC e cominciamo dal Crud Oil.

Settimanalmente troviamo il Crud Oil che si è appoggiato al suo supporto molto forte posto in area 90$ per poi rimbalzare confermando la valenza di questo livello, lo Stocastico ci segnala che il movimento è arrivato in ipervenduto e sta incrociando al rialzo il %D, gli istogrammi del MACD si stanno scaricando segnalandoci che il movimento rialzista potrebbe continuare a patto che riuscisse a superare la resistenza di 100$ che attualmente fa da tappo al movimento perciò solo una rottura di questo livello mi vedrebbe compratore.

Diamo uno sguardo all’ Argento che sembra tenere il livello di 33.00$ – 32.50$, dal grafico settimanale troviamo lo Stocasico in ipervenduto con l’ istogramma del MACD in  lieve contrazione, si potrebbe tentare un acquisto sopra la resistenza di 38.00$ – 38.50$ e magari con la rottura della resistenza di 1.550$ dell’ Oro visto che il trend primario è ancora rialzista.

Spero di essere stato interessante e vi auguro Buona giornata e buon Trading!

2 Commenti STRATEGIE OPERATIVE PER LA SETTIMANA DEL 11 LUGLIO

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *