STRATEGIE OPERATIVE PER LA SETTIMANA DEL 17 OTTOBRE 2011


Cominciamo la nostra analisi settimanale cercando di capire quale strategie adottare per la prossima.

I mercati dopo un forte recupero ora si trovano a ridosso di resistenze importanti, resistenze che potrebbero frenare la salita in modo da far scaricare l’ ipercomprato di questo rialzo.

Il motivo per cui mi fa pensare ad un eventuale rallentamento dei mercati azionari è dato dal fatto che nelle ultime sessioni rialziste i volumi sono gradatamente diminuiti, questo non vuol dire che il movimento riprenderà al ribasso ma potrebbe esserci una fase di consolidamento per poi eventualmente ripartire.

Passando ora all’ analisi del reddito fisso troviamo sui grafici del Bund e T-Note 2 year dei segnali che potrebbero avvalere l’ ipotesi di cui scrivevo sopra, ossia di un possibile rallentamento dei mercati azionari.

Il T-Note 2 year dopo essere andato a testare il supporto molto importante di 109.95 punti, sta cominciando a rimbalzare con volumi in aumento e potrebbe farci ipotizzare un movimento di pullback fino all’ area di 110.20 che sarebbe la zona di congestione creata sui massimi, la cosa importante per dar speranza di un nuovo allungo dei mercati azionari è che da lì il T-Note ricominci la discesa che ha appena intrapreso ( stesso discorso possiamo farlo per il Bund).

La mia view rimane positiva sui mercati azionari ma per un’ ulteriore conferma la si avrà soltanto se il mercato dopo un breve consolidamento a questi livelli riuscirà a rompere con forza le resistenze che citavo prima naturalmente confermate in chiusura.

Buona giornata e buon Trading!

1 Commento STRATEGIE OPERATIVE PER LA SETTIMANA DEL 17 OTTOBRE 2011

  1. andrea udine

    ciao ENRICO…. salite tutte le materie prime al di fuori di quello schifo di NATURAL GAS…..ricordo ancora il tuo grafico+tua risposta….ma a me sembra stra-sotto-valutato—si parla d’inverno rigidissimo

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *