STRATEGIE OPERATIVE PER LA SETTIMANA DEL 18 LUGLIO


Cominciamo dall’ analisi settimanale dell’ S&P 500 che nonostante la performance negativa, graficamente non cambia nulla rispetto all’ ottava precedente. Infatti dal lato degli indicatori troviamo ancora in forte rialzo lo Stocastico e il MACD, che nonostante l’ impostazione negativa delle medie mobili, gli istogrammi in contrazione ci indicano minor forza nelle spinte ribassiste.

L’ analisi più approfondita è da fare con il grafico daily in quanto dopo un inizio di settimana all’ insegna della negatività come era normale aspettarsi visto gli indicatori in iperacquisto, i prezzi hanno trovato una base su cui appoggiarsi attorno ai 1.300 punti dove passa anche la media mobile di 20 periodi data dalle Bande di Bollinger.La cosa che volevo far notare è prima di tutto tutte quelle shadow che a 1.300 punti respingono il prezzo, i volumi in costante aumento in divergenza con quanto accade al Bund dove nel recupero di fine settimana i volumi diminuiscono sensibilmente e per ultimo troviamo gli indicatori che si sono scaricati dall’ iperacquisto ridando speranze per una ripresa rialzista dei corsi azionari, l’ importante sarebbe che riuscisse a recuperare la quota di 1.330 – 1.228 punti.

Mi collego subito al Bund per cercare di far notare la differenza che citavo prima sui volumi.

Dal grafico settimanale si nota che dopo il movimento rialzista iniziato lunedì, il prezzo dopo un’ estensione fino a 131.00 punti è stato rifiutato rimangiandosi metà della candela formando una shadow pronunciata. Gli indicatori mi segnalano cautela in questo rialzo visto che lo Stocastico si trova in zona di iperacquisto e ancora più importante lo troviamo in divergenza ribassista rispetto al prezzo, il MACD è impostato saldamente al rialzo ma gli istogrammi non aumentano la loro estensione segnalando la momentanea fine della spinta rialzista.

Dal grafico daily si notano alcune cose dal mio punto di vista molto interessanti ma cominciamo con ordine:

prima cosa da notare sono i volumi che diminuiscono sensibilmente portandosi sotto la media in quelle giornate di giovedì-venerdì dove il Bund ha messo a segno un leggero recupero, se riguardiamo i volumi negli stessi giorni del grafico daily dell’ S&P li troviamo molto alti perciò questo è un primo campanello d’ allarme sull’ eventuale movimento rialzista del Bund. Poi nella giornata di martedì si è sviluppato un martello invertito in cima ad un trend rialzista il quale potrebbe decretare la fine del trend. Dagli indicatori troviamo lo Stocastico in virata dalla zona di iperacquisto e un MACD che dagli istogrammi si nota che non gerano più spinte rialziste.

Analizziamo ora il cambio USD/CAD inversamente correlato alle borse azionarie e notiamo dal grafico weekly dove la rottura dei minimi precedenti in area 0.9580 – 0.9565 stia dando forza alla spinta ribassista confermando il trend ancora in atto.Dal grafico daily sembra che il prezzo sia indirizzato a testare i minimi di periodo di 0.9446 (ultimo supporto che se violato potrebbe dare spunti rialzisti dei mercati azionari) anche se dagli indicatori troviamo uno Stocastico in zona di ipervenduto e in divergenza rialzista però di contro troviamo un MACD che sta spingendo in basso con un istogramma che sta aumentando di lunghezza segno che la spinta ribassista non è ancora finita.

Questa analisi voglio concluderla analizzando gli indici settoriali dove salta all’ occhio che i settori più difensivi come Food e Pr & Ho Gd si trovano su dei tripli massimi con indicatori in divergenza ribassista e Stocastico in iperacquisto, di contro troviamo un settore Bancario su un supporto fondamentale con Stocastico in ipervenduto ma purtroppo un MACD che attualmente non segnala una fine della spinta ribassista comunque è da far attenzione perchè se fosse in atto una rotazione settoriale a favore di quei settori più tartassati a scapito di quelli più performanti potremmo avere delle belle soddisfazioni per quanto riguarda eventuali rialzi dei mercati azionari.

Se non si è capito dalla mia analisi la mia view sui mercati azionari propende per una leggera positività anche se in questi periodi è facile cadere nel ridicolo visto i repentini cambi di umore degli investitori comunque vi Auguro una buona giornata e buon Trading!

1 Commento STRATEGIE OPERATIVE PER LA SETTIMANA DEL 18 LUGLIO

  1. andrea barman udine

    ciao ENRICO….che mi dici del natural gas????è come dicevo io?quasi un triplo minimo e riparte sempre da li….solo che a 0,30 fine della corsa

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *