Un libro al mese


Il libro i cui vi vorrei parlare questo mese è un “classico” della letteratura relativa all’analisi tecnica. Si tratta del libro di Murphy intitolato: ” Analisi grafica semplificata”.

I grafici possono essere usati di per sé o congiuntamente all’analisi fondamentale. I grafici possono essere impiegati per entrate ed uscite tempestive anche da soli, oppure per implementare strategie incentrate sull’analisi fondamentale. I grafici possono altresì essere impiegati come modalità di avviso di intervenuti mutamenti nei fondamentali sottostanti un determinato mercato. In qualunque modo decidiate di impiegarli, i grafici possono essere uno strumento davvero valido, sempre a patto che li sappiate usare. E questo ottimo posto è un bel posto in cui iniziare a sapere come.

Dall’Introduzione di John Murphy

Il celebre analista tecnico John Murphy presenta i principi basi della lettura dei grafici con un linguaggio comprensibile a tutti.

Temi trattati:

– Tutti i tipi di analisi grafica
– Concetti “da sapere”, tra cui trendline, medie mobili, pattern di inversione, gap di prezzo, pattern di prezzo e altro ancora!
– Metodi previsionali del prezzo e di market timing
– Come usare i migliori strumenti disponibili per sfruttare appieno le potenzialità informative di un grafico, riuscendo a sottrargli giornalmente un meritato guadagno.

Indice dei contenuti

  • Introduzione
  • Capitolo 1
  • Perché l’analisi grafica è così importante
  • Il market timing
  • Capitolo 2
  • Che cos’è l’analisi grafica
  • I grafici rivelano i trend di prezzo
  • Tipi di grafici disponibili
  • Qualunque dimensione temporale
  • Capitolo 3
  • Come tracciare un grafico a barre daily
  • I grafici sono usati principalmente per monitorare i trend
  • Capitolo 4
  • Supporto e resistenza, trendline e canali
  • Capitolo 5
  • Pattern di prezzo di inversione e di continuazione
  • I pattern di inversione
  • Il testa e spalle
  • Doppi e tripli massimi e minimi
  • Saucers (piattini) e spikes (cuspidi)
  • Pattern di continuazione
  • Triangoli
  • Flags (bandiere) e pennants (gagliardetti)
  • Capitolo 6
  • I gap di prezzo
  • Capitolo 7
  • Il key reversal day
  • Capitolo 8
  • Ritracciamenti percentuali
  • Capitolo 9
  • L’interpretazione del volume
  • Il volume è una parte importante dei pattern di prezzo 51
  • On-Balance Volume (OBV)
  • Tracciare l’OBV
  • Breakout dell’OBV
  • Altri indicatori di volume
  • Capitolo 10
  • Impiegare differenti time frame per visioni di breve e di lungo termine
  • L’uso dei grafici intraday
  • Passare dal lungo al breve termine
  • Capitolo 11
  • Impiegare un approccio di mercato top-down
  • Il primo passo – Le principali medie di mercato
  • Medie differenti misurano cose differenti
  • Il secondo passo – Settori e gruppi industriali
  • Il terzo passo – I singoli titoli
  • Capitolo 12
  • Medie mobili
  • Medie mobili più diffuse
  • Bande di Bollinger
  • Moving Average Convergence Divergence (MACD)
  • Capitolo 13
  • Oscillatori
  • Relative Strenght Index (RSI)
  • Stocatsici
  • Qualunque dimensione temporale
  • Capitolo 14
  • Rapporti e Forza relativa
  • Rapporti tra settori
  • Rapporti tra azioni
  • Rapporti tra mercati
  • Capitolo 15
  • Le opzioni
  • Put/Call Ratio
  • Indicatore contrario (Contrary Indicator)
  • CBOE Volatility Index
  • Capitolo 16
  • Il principio della conferma
  • Capitolo 17
  • Riepilogo e conclusione

Lo potete acquistare cliccando qua.

A presto!
Alberto

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *