[ Video analisi ] Il tira e molla di Piazza Affari


Il quadro operativo sul FtseMib rimane sostanzialmente invariato ormai da qualche sessione. 

Sul grafico orario siamo sempre alle prese sempre con un potenziale pattern di inversione a doppio massimo, di implicazione ribassista. 

Il completamento del pattern si avrebbe solo con la rottura ribasso di quota 20.500, anche se tuttavia il mercato nelle ultime sessioni sta tergiversando in un’area compresa tra 20.550 e 21.150. 

Avevo già parlato nel corso di precedenti analisi di come sarebbe stato normale osservare parecchia azione intorno ad area 20.500, proprio perché è un livello che i compratori intendono difendere con forza.

Ciò perché la rottura di 20.500 punti innescherebbe ribassi che potrebbero arrivare rapidamente a quota 20.000, livello di forte importanza psicologica poiché caratterizzato dall’apertura in gap up post elezioni francesi.

In caso di discesa infatti mercato potrebbe provare a chiudere il gap e portarsi in area 19.500, livello che tra l’altro identifica l’obiettivo di prezzo dato dal completamento del pattern a doppio massimo.

L’ultima parola in ogni caso spetta sempre al mercato, e la lateralità osservata in questi giorni potrebbe voler dire qualcosa, con riferimento specifico ai forti acquisti di ieri in apertura, pur riassorbiti.

Se il mercato mostrasse la volontà di sostenere nel breve il prezzo (chiusura odierna sopra 20.850) e si osservassero di seguito forti acquisti in area 21.000, cambierebbe lo scenario operativo.

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *