[ VideoAnalisi ] Fari puntati sull’Euro Dollaro


Settimana molto importante per il maggiore cross valutario, poiché sono previsti gli annunci della Fed e della Banca del Giappone in tema di politica monetaria.

Sarà importante osservare la reazione degli operatori per comprendere il sentiment del mercato. Uno degli scenari potrebbe portare infatti l’Euro ad apprezzarsi a dispetto del Dollaro e dello Yen che settimana scorsa, a seguito delle indiscrezioni su un possibile intervento della Banca del Giappone che starebbe valutando ulteriori misure espansive tra cui l’abbassamento dei tassi di interesse in territorio ulteriormente negativo, ha visto palesare timori di un possibile deprezzamento.

trading-facile-euro-dollaro-1

L’euro si trova ora sull’area di supporto a 1.1150-1.1130, ma se dovessimo osservare una discesa al di sotto di 1.1130, ossia sotto ai minimi di breve periodo, si entrerebbe in una zona che da 1.1130 a 1.10 è un po’ la terra di nessuno. Intorno ad area 1.10 troviamo i minimi degli ultimi sei mesi, tale livello rappresenta anche il 50% del range di Fibonacci che separa il massimo e minimo assoluto entro il quale il prezzo si sta muovendo ormai da oltre un anno; se tale livello venisse rotto al ribasso si potrebbero innescare ulteriori vendite.

Per tale ragione massima prudenza fino a mercoledì, giorno nel quale ci saranno gli annunci sia della Bank of Japan e sia della Fed. Si potrebbe optare per una strategia operativa legata allo sfruttamento di importanti break di volatilità, in particolare a livello rialzista qualora osservassimo un ritracciamento completo della barra di venerdì scorso, si entrerebbe long sul livello di 1.1250, 61.8% del range con Fibonacci, con primo target 1.1290, poi 1.1340 ed in estensione 1.1430.

Dal lato short si dovrebbe aspettare il break di area 1.10, 38.2% del range con Fibonacci, per entrare con primo obiettivo 1.0950, poi 1.0880 e in estensione 1.0820. Stop loss per entrambe le posizioni a 1.11 sul livello del 50% di Fibonacci.

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *