VideoAnalisi Ftse Mib: reggerà il settore bancario?


Dopo 2 giorni di rialzi, con la giornata di ieri che ha segnato un +2,20%, stiamo osservando una diminuzione di volatilità, con gli operatori che mostrano indecisione sul da farsi.

Lo strappo di ieri tra il premier Renzi e la Merkel sulla politica da adottare in tema di Bail In potrebbe ripercuotersi oggi sul settore bancario, con l’indice Fib che inevitabilmente ne risentirebbe.

Il quadro generale resta pertanto incerto, con la situazione che per ora non offre spunti interessanti per quanto riguarda le operazioni long, perlomeno fin quando il mercato non si riporterà con decisione sopra la quota di 16700 punti. Sul fronte opposto invece una rottura del minimo di martedì 28 Giugno a quota 15450 punti potrebe produrre una nuova ondata di vendite, con il primo target a 15200 punti, secondo target 15000 punti ed in estensione 14700 punti.

 

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *