X intervista per trend-online

Pubblico in anteprima la consueta intervista per www.trend-online.com
Buona lettura!
Alberto

L’indice Ftse Mib ha arrestato la sua ascesa in prossimità di area 21.000. Ci sono le condizioni per assistere al superamento di questo livello nel breve? Quali sono le attese per le prossime sedute?

L’impostazione del nostro benchmark a livello di medio periodo è e resta laterale e al momento non c’è nessunissimo segnale di svolta. Per quel che riguarda il breve termine invece l’impostazione è rialzista. Fintantoché i corsi si manterranno al di sopra del minimo relativo posto a 20000 la tendenza di breve è rialzista. Lo stop di oggi non sarà niente di preoccupante se riuscissimo a superare entro qualche giorno il massimo relativo posto a 20900 punti condizione questa che potrebbe proiettare l’Ftsemib in area 21700.

 Durante le ultime giornate Fondiaria-Sai ha messo a segno un deciso recupero, mentre è rimasta sostanzialmente al palo Generali. Quali strategie operative ci può fornire per questi due titoli? Quali sono i livelli da seguire con attenzione ora?

Per quel che riguarda Fondiaria la tendenza di breve è al rialzo, come il nostro indice. Al momento il titolo sta combattendo con la resistenza posta a 6,50€ che potrebbe configurare un doppio massimo se non violata alla svelta. Prima di procedere ad un acquisto quindi, preferirei vedere il titolo al di sopra di tale livello. Generali invece è un titolo che al momento non mi fornisce nessun segnale operativo. Abbiamo minimi crescenti e massimi decrescenti nella tendenza di breve periodo per cui la visione d’insieme è quella di una congestione tra il supporto a 14,32€ e la resistenza a 15,24€ Meglio attendere il breakout di uno di questi due livelli per decidere il da farsi, ma al momento, ripeto, ritengo ci siano altri titoli più interessanti su cui spostare l’attenzione.

 Nelle ultime sessioni Unicredit ha mostrato una maggiore forza relativa rispetto ad Intesa Sanpaolo. Come valuta l’impostazione di questi due titoli e quale operatività ci può suggerire per entrambi?

La tendenza di Intesa SanPaolo è stata ribassista fino al 01 dicembre scorso. Da tale data, dopo un rimbalzo esauritosi a 2,23€ circa, il titolo è entrato in cogestione laterale e si sta muovendo tra il supporto posto a 2,00€ e la resistenza appena citata. Non è ne carne ne pesce per cui mi asterrei dall’operare. Unicredit, pur essendo in una situazione tecnica tecnica del tutto simile, ha spazi più ampi per essere tradata. Se dovesse superare il massimo relativo posto a 1,675€ ci sarebbe la concreta possibilità di tentare un buy di brevissimo con target 1,735€ Se cio non si dovesse concretizzare meglio attenderal in area 1,50€ per vedere se si concretizzano le probabilità di un rimbalzo.

 Prima del lungo ponte legato alla festività del Natale ci sono stati spunti positivi per Luxottica e Bulgari, mentre ha perso terreno Tod’s. Quali indicazioni ci può fornire per ciascuno di questi tre titoli?

Bulgari è un titolo molto interessante a livello grafico. Tendenza primaria in atto e congestione stretta sui massimi. Da comprare in caso di chiusura superiore a 8,50€ con volumi in aumento rispetto alla media. Luxottica mi pare tiratina…meglio aspetta reun pull back prima di valutare un ingresso. Tod’s, in caso di chiusra inferiore a 75,00€ la schorterei.

 In caso di ulteriori recuperi del mercato, quali sono i titoli candidati a fare meglio? A quali consiglia di guardare in particolare nel breve? 

Segnalo un solo titolo sul quale domani, 28 dicembre, tenterò un acquisto: Interpump. Buy limit a 5,685€ e stop loss a 5,51€

_____________________________________________________________________
Quando lodi il Signore vedi i Suoi doni e scoprio sempre di più la Sua bontà

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.